I festival più colorati del mondo

La festa dei colori per eccellenza è l'Holi Festival in India, ma ci sono anche il carnevale di Rio, la Tomatina, San Patrizio e tante altre

La festa dei colori più famosa del mondo è l’Holi Festival che si svolge ogni anno nel mese di marzo in India. Celebrata soprattutto nel Jaisalmer, a Ovest del Rajasthan, segna l’inizio della primavera e coinvolge migliaia di persone. E’ una ricorrenza annuale molto antica e ha inizio con lo spargimento di polvere colorata, accompagnato da canti e balli. Tutti si abbracciano, si baciano, cantano, ballano e suonano per far trionfare l’amore. Infatti, è la festa dell’amore, della passione, della gioia, della fratellanza e del colore.

L’Holi Festival è talmente famoso che i tedeschi ne vanno pazzi. Infatti, viene festeggiato in molte città della Germania, da Berlino a Dresda a Monaco di Baviera.

L’Estremo Oriente di festival colorati ne ha molti altri, se non altro perché gli abiti tradizionali indossati durante le feste dalle popolazioni di quest’area sono già ricchi di colori.

Colorato come non mai è naturalmente il carnevale di Rio de Janeiro. Gli abiti indossati dalle ballerine di samba (benché di dimensioni decisamente ridotte) e da chi partecipa alla parata all’interno del sambodromo sono multicolore, con piume di struzzo dalle tinte sgargianti e molti dettagli oro e argento.

Non meno appariscente è il carnevale di Notting Hill che si svolge ogni anno alla fine di agosto nel celebre quartiere londinese. Ballerine ancheggiano sfilando lungo le strade indossando splendidi abiti colorati, ricchi di piume di struzzo e micro bikini dai colori vivaci. Per l’evento a Londra arrivano ogni anno migliaia di turisti.

Ci sono, poi, alcune feste in cui è un solo colore a dominare. Come il verde durante il festival di San Patrizio, patrono d’Irlanda e di tutti gli irlandesi che vivono all’estero, o il rosso della salsa di pomodoro che caratterizza la Tomatina de Buñol, in Spagna.

I festival più colorati del mondo