Fare surf in Italia, gli spot più noti

Le località italiane dove si trovano le onde e il vento giusto, per surfare solo con la tavola: non serve andare all'estero

Lungo gli 8.000 km di costa italiana ci sono alcune località indicate per fare surf con la tavola, senza andare all’estero ci sono gli spot, i luoghi dove le onde si alzano e permettono di muoversi con abilità sul pelo dell’acqua. Non si tratta di paradisi dei surfisti ma di piccole baie e coste sabbiose che, con la forza del vento e per via della conformazione del fondale, il surfista può trovare le condizioni giuste per divertirsi. Prima degli anni Settanta non era uno sport conosciuto in Italia, oggi si sta diffondendo e circolano maggiori informazioni sui luoghi giusti per trovare surfisti in azione.

E’ emozionante praticarlo ma anche divertente guardarli mentre compiono le loro evoluzioni, specie quando il mare è mosso e sulla spiaggia diventa un’attrazione osservarli mentre compiono vere e proprie acrobazie.

Gli appassionati italiani sono passati attraverso Viareggio, dove c’è stato il primo negozio in Italia per l’attrezzatura, la Toscana con Forte dei Marmi e il Lido di Camaiore, hanno anche le caratteristiche adatte per il surf. Poco distante, in Liguria, nella cittadina di Levanto arrivano anche tanti stranieri a divertirsi con la tavola da surf.

I venti delle isole maggiori sono ideali per divertirsi sulla cresta dell’onda: in Sardegna si può andare a Chia, dove le onde sono ripetute e "tubanti" su un fondale di sabbia, anche la spiaggia dorata di Funtanamare, Bugerru, Capo Mannu e Marina di Capitana richiamano i surfisti. 

Fare surf in Italia, gli spot più noti