Cosa sapere se stai programmando un viaggio in Francia

Tutte le regole e le info utili se avete scelto la Francia come meta di viaggio

Città d’arte, coste oceaniche selvagge e borghi romantici: la Francia è una delle mete preferite per le vacanze estive. Dalle falesie della Normandia ai profumi della Provenza, dalla meraviglia della Bretagna al fascino della Loira: per programmare un viaggio oltralpe è necessario un vademecum con tutto ciò che dovete sapere per farlo al meglio, e al sicuro.

La Francia riapre: ecco le fasi

Il presidente della Repubblica Emmanuel Macron il 29 aprile ha annunciato il processo di deconfinamento in quattro tappe progressive, dal 3 maggio al 30 giugno. Le misure saranno valutate di volta in volta, a seconda dell’andamento epidemiologico, e adattate nei dipartimenti. A partire dal 19 maggio, il coprifuoco è spostato dalle 19.00 alle 21.00. Riapriranno le terrazze dei bar e dei ristoranti (massimo 6 persone per tavolo); riapriranno i musei, i teatri, i cinema e le sale per spettacoli con pubblico a sedere (occupazione massima di 800 persone al chiuso e 1.000 all’aperto). Riprenderanno le attività sportivi al chiuso e all’aperto e le strutture sportive all’aperto e al chiuso potranno riaprire per un massimo di 800 persone al chiuso e mille all’aperto. Saranno vietati gli assembramenti di più di dieci persone.

A partire dal 9 giugno il coprifuoco sarà spostato alle 23, mentre la data del 30 giugno segnerà la fine del coprifuoco e dei limiti di accesso ai luoghi pubblici. Dal 17 giugno non è più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto, mentre vige sempre l’obbligo del distanziamento sociale.

Entrare in Francia: le regole

Per entrare in Francia da tutti i Paesi europei e appartenenti allo spazio Schengen, con qualsiasi mezzo di trasporto utilizzato (aereo, ferroviario, marittimo o terrestre) non è necessario doversi sottoporre a quarantena. Tutti i viaggiatori dagli 11 anni di età, avranno l’obbligo di presentare l’esito di un tampone RT-PCR molecolare  o antigenico rapido negativo effettuato al massimo 72 ore prima della partenza. I test non sono richiesti in caso di transito aeroportuale, quindi se non si lascia l’aeroporto e se il transito non è superiore alle 24 ore non è necessario il tampone. Chi entra in automobile, e non dispone di test, viene respinto.

Tuttavia, a partire del 9 giugno, tutti i cittadini dei Paesi Ue vaccinati contro il Covid-19 possono entrare in Francia senza bisogno del tampone. Di fatto, è un’anticipazione – che i Paesi europei stanno annunciando uno dopo l’altro, anche se in ordine sparso – dei vantaggi garantiti da inizio luglio a chi esibirà in viaggio il Green Pass Ue. I vaccini accettati dalla Francia sono quelli riconosciuti dall’Agenzia europea del farmaco (EMA): Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson. La prova della vaccinazione è valida solo se permette di certificare il completamento della vaccinazione, ovvero:

  • 2 settimane dopo la seconda iniezione per i vaccini a doppia iniezione (Pfizer, Moderna, AstraZeneca);
  • 4 settimane dopo l’iniezione per i vaccini con una singola iniezione (Johnson & Johnson);
  • 2 settimane dopo 1 sola iniezione per chi è guarito dal Covid-19.

Infine, prima dell’ingresso in Francia è necessario compilare un’autodichiarazione che attesta di non presentare sintomi da Covid-19, e di non essere a conoscenza di aver avuto contatti con un caso confermato di Covid-19. L’autodichiarazione è scaricabile sul sito del ministero degli Interni francese.

Sono esentati dall’obbligo di tampone per l’ingresso in Francia solo i residenti in zone di confine entro un raggio di 30 km dal loro domicilio, come ad esempio in transfrontalieri, che si spostano per soggiorni o lavoro dalla durata inferiore alle 24 ore; chi si sposta per motivi di lavoro con urgenza (assenza di tempo materiale per realizzare il test), e gli autotrasportatori.

Rientro in Italia

Per quanto riguarda il rientro in Italia, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che stabilisce che dal 16 maggio i viaggiatori dei Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, nonché di Gran Bretagna e Israele, che abbiano effettuato un tampone con esito negativo, potranno entrare in Italia senza l’obbligo di doversi sottoporre alla mini quarantena di cinque giorni prevista sino ad ora. La Francia è pronta ad accogliere di nuovo i turisti desiderosi di vedere le sue meraviglie. Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito di Viaggiare Sicuri del  ministero degli Affari Esteri.

Costa Azzurra vacanze Francia

Il mare cristallino della Costa Azzurra nel borgo di Villefranche sur Mer

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa sapere se stai programmando un viaggio in Francia