Cattolica, vanno in scena i presepi sommersi

Da dicembre a gennaio sarà possibile scoprire i presepi sommersi nell'Acquario di Cattolica, unendo tradizione e innovazione

L’Acquario di Cattolica stupisce tutti con un’esposizione dedicata ai presepi sommersi. Tradizione e innovazione s’incontrano, stupendo grandi e piccini.

La tradizione presepiale italiana si arricchisce anno dopo anno di modelli unici. In questa fase dell’anno è infatti possibile ammirare esempi intriganti e innovativi, che contribuiscono costantemente ad innalzare l’asticella in tale ambito. Un chiaro esempio giunge in tal senso dall’Acquario di Cattolica, che propone al pubblico i presepi sommersi.

Presepe sommerso

Fonte Foto: comunicato stampa

I pastori, le classiche pecorelle e tutti gli altri personaggi che solitamente arricchiscono i presepi lasciano spazio a un gran numero di pesci variopinti. A fare da sfondo sono le vasche espositive dell’impianto Costa Edutainment, che apre le porte al pubblico per le festività natalizie. Si tratta di una delle principali attrazioni dicembrine del parco, con i presepi interamente realizzati in terracotta, ceramica e maiolica, modellati e sapientemente scolpiti da artigiani provenienti da ogni parte d’Italia. Questi mettono ancora una volta a disposizione le proprie opere, così che tutti possano goderne.

Due mondi si incrociano nell’Acquario di Cattolica, che rispetta la tradizione ed espone quello che è forse il più importante simbolo del Natale tradizionale italiano, il presepe appunto. Al tempo stesso però l’operazione consente di dare nuovo risalto a un’antica arte, praticata nel nostro Paese da sempre. È quella dei vasai, della lavorazione della porcellana, della terracotta e della maiolica. Ambiti nei quali gli artigiani nostrani sono leader, ma che spesso vengono apprezzati più all’estero che nelle nostre regioni.

Presepe sommerso

Fonte Foto: comunicato stampa

La natività d’arte sommersa è dunque una chance imperdibile per cimentarsi in un viaggio lungo tutta l’Italia, andando a scoprire le bellezze artistiche delle capitali della ceramica, come Faenza in Emilia Romagna, Deruta in Umbria e Napoli, passando per le tante botteghe tra Gradara, Saludecio e Riccione.

Una visita in grado di stupire e attirare i più piccoli e non solo, incuriositi anche dalle interazioni con i presepi da parte di alcuni esemplari in esposizione nelle vasche. Guardandola da un punto di vista meramente social, si potrebbe far ritorno a casa con degli scatti preziosi da pubblicare, data l’unicità del soggetto, immortalando magari uno squalo nella cornice della natività. L’Acquario ha già aperto i battenti e l’esposizione sarà visibile ogni domenica di dicembre e tutti i giorni dal 26 del mese al 6 gennaio 2019.

Presepe sommerso

Fonte Foto: comunicato stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cattolica, vanno in scena i presepi sommersi