Volo con scalo: i consigli per non perdere la coincidenza

A tutti i viaggiatori prima o poi capita di affrontare uno scalo: ecco tutti i consigli e qualche trucco per non perdere le coincidenze con il volo successivo

Chi viaggia spesso, soprattutto su tratte molto lunghe, si sarà trovato prima o poi a dover affrontare uno scalo tecnico in un aeroporto intermedio, prima di raggiungere la meta finale.

A volte si tratta di soste molto brevi durante le quali è necessario muoversi velocemente per prendere il volo successivo, altre volte ci si ritrova costretti in attese interminabili, lunghe anche un intero giorno. Ma come evitare situazioni spiacevoli quando il tempo è poco, e come fare per non perdere le coincidenze?

Acquistando un pacchetto in agenzia oppure organizzato da una compagnia aerea, non dovreste avere problem: nelle tratte con scalo viene sempre calcolato un tempo tecnico per il trasferimento da un volo all’altro, tenendo conto anche delle vostre esigenze. C’è infatti chi vuole fare tutto con calma, chi vuole fermarsi nella località intermedia e chi vuole rimanere in aeroporto il meno possibile: vi verranno comunque fornite per tempo tutte le informazioni sulla sosta. Di solito vengono calcolate almeno due ore per i voli nazionali (domestic flight) e 3-4 per le tratte che coprono Paesi diversi (international flight).

Se invece prenotate voi separatamente i biglietti, considerate bene le tempistiche e quando possibile lasciatevi un buon margine di tempo, in modo da coprire anche eventuali imprevisti. Nel fare questo calcolo considerate sempre l’orario di chiusura del gate che di solito avviene dai 30 ai 10 minuti prima della partenza effettiva volo: se arrivate troppo tardi potreste non riuscire a imbarcarvi.

La chiave per evitare di perdere il volo successivo, soprattutto se avete delle tempistiche strette, è una buona organizzazione e una ottimizzazione delle procedure di trasferimento.

Prima di partire cercate di capire come vi dovrete muovere in aeroporto, se è necessario cambiare terminal (questo accade in particolare quando si passa da un volo internazionale ad uno nazionale) e quali sono i tempi minimi per i trasferimenti da un punto all’altro. In questo vi possono essere d’aiuto le indicazioni riportate sui siti degli aeroporti, quando presenti, ad esempio in quello di Parigi Charles de Gaulle è consigliato di calcolare minimo 60 minuti per i trasferimenti nello stesso terminal e 90 minuti per passare ad un altro.

Informatevi prima di partire su come avviene il ritiro del bagaglio e cercate di fare in modo che avvenga solo una volta a destinazione: in questo modo risparmierete notevolmente tempo evitando il doppio check in.

Per evitare problemi in caso di smarrimento delle valigie, se possibile tenete con voi tutti gli oggetti indispensabili o di valore nel bagaglio a mano e portatevi sempre uno o due cambi. Durante il viaggio tenete sempre a portata di mano, in un’apposita cartellina, le carte d’imbarco e i vostri documenti, in modo che siano velocemente reperibili. Eventualmente portatevi qualcosa da mangiare in caso non ci sia tempo per fermarsi durante lo scalo.

Se invece lo scalo è lungo potete approfittarne per uno stopover, ovvero sia una sosta volontaria di più di 24 ore durante un viaggio per vedere un’altra località. Anche in questo caso pianificate con attenzione le tempistiche e le distanze, sempre calcolando il traffico ed eventuali imprevisti per ritornare in tempo. Avete diverse opzioni: prenotare un hotel nei pressi dell’aeroporto per riposarvi, dormire direttamente in aeroporto (cercate le zone preposte, se presenti) o anche approfittare della sosta per visitare la città di scalo (in questo caso controllate bene i visti e i documenti necessari).

Se invece il vostro volo è in ritardo, niente panico: le compagnie aeree prevedono un risarcimento per i passeggeri che hanno perso la coincidenza a causa di problematiche indipendenti dalla loro volontà . Rivolgetevi subito al personale di terra e troverete sicuramente una soluzione. Anche nel caso in cui la responsabilità sia vostra, contattate immediatamente la compagnia aerea che vi potrà aiutare a trovare posto sui voli successivi.

Volo con scalo: i consigli per non perdere la coincidenza