Perdere la coincidenza: cosa succede quando non è colpa del viaggiatore

Cosa fare quando l'incubo di ogni viaggiatore si materializza e si perde un volo

È l’incubo di ogni viaggiatore, lo spettro che aleggia sul viso di chi aspetta davanti ai monitor degli aeroporti o ascolta gli annunci nelle lounge aeroportuali non appena viene annunciato un ritardo: perdere la coincidenza può essere un vero problema, ma di norma, seppure magari con corse disperate tra un gate e l’altro, ce la si fa. Può capitare però, di trovarsi davanti alla scritta closed boarding o peggio ancora Departed. Dunque, cosa succede quando la perdiamo e non è (tutta) colpa nostra?

Se avete perso la coincidenza tra un volo e l’altro per via di un ritardo del primo volo dovuto a guasto tecnico, ad esempio, la compagnia aerea deve riproteggervi, come si dice in gergo tecnico, ovvero deve prenotarvi sul prossimo volo disponibile per la vostra destinazione.

Se il prossimo volo disponibile è il giorno seguente, la compagnia dovrà o prenotarvi su un volo di una compagnia diversa o prenotarvi in un hotel per la notte e occuparsi anche dei pasti. In questo caso, la scelta tra le due opzioni spetta alla compagnia. Se il ritardo è legato a condizioni atmosferiche, la compagnia dovrà occuparsi di ri-prenotarvi sul prossimo volo, ma molto probabilmente non si occuperà delle spese che sosterrete per pasti o notte in un hotel. In ogni caso, è sempre bene chiedere alla compagnia aerea come intende comportarsi.

Ed eccoci al caso peggiore, ovvero quando la responsabilità di aver perso una coincidenza o un volo è nostra, perché ci siamo attardati al Duty Free o non abbiamo considerato i tempi necessari tra un volo e quello successivo o abbiamo trovato fila al controllo sicurezza o, peggio ancora, l’incidente sulla strada per l’aeroporto. In questi casi, la compagnia sarà inclemente: ci aiuterà di certo a prenotare un altro volo, ma applicherà le spese relative al cambio prenotazione e alla differenza di prezzo tra il volo che avevamo acquistato ed il successivo.

Un’ultima nota da tenere presente: se abbiamo prenotato due voli con due compagnie diverse per raggiungere la nostra destinazione e per via del ritardo del primo volo perderemo la coincidenza per il secondo volo, la compagnia del secondo volo ci assisterà nel ri-prenotare, ma non assorbirà internamente né la spesa del nuovo volo né spese accessorie sostenute durante la sosta forzata.

Col senno di poi, la soluzione migliore che possiamo adottare resta quella di viaggiare considerando sempre ampi margini di tempo sia per raggiungere l’aeroporto sia per effettuare i cambi tra un volo e l’altro: molto meglio dover passare del tempo in attesa al gate che affrontare lo stress della perdita del volo e di tutte le conseguenze legate a quella, tra cui l’esborso per un nuovo biglietto acquistato last minute a tariffe stellari.

Passeggera in attesa all'aeroporto

Fonte: 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perdere la coincidenza: cosa succede quando non è colpa del viag...