Lucchetti nei bagagli, sono davvero utili?

I viaggiatori che utilizzano i lucchetti per proteggere la valigia da furti sono davvero molti, eppure questi strumenti non sempre sono così efficaci

Un po’ per la paura di subire furti, un po’ per scaramanzia, i viaggiatori che utilizzano i lucchetti per chiudere le proprie valigie sono davvero moltissimi. Piccoli, enormi, con la chiave o la combinazione da ricordare: di lucchetti ne esistono davvero di moltissimi tipi, ma davvero sono utili in viaggio?

Di certo sono una sicurezza in più che non guasta mai, soprattutto se, nella valigia, sono stati riposti alcuni oggetti di valore. Ovviamente, se si viaggia in aereo, è sempre sconsigliato lasciarvi gioielli, macchine fotografiche e altri preziosi: tutte cose che sarebbe sempre meglio portare con sé, nel bagaglio a mano. I lucchetti, inoltre, sono spesso utilizzati per tenere ben salda la cerniera, uno strumento di chiusura utile nel caso si abbia esagerato con i vestiti.

Ancora, sono perfetti da utilizzare anche quando si viaggia in posti affollati, come treni o autobus, oppure se si sceglie di alloggiare in un ostello, in una camera comune. Possono essere sempre utili come deterrenti, per allontanare la paura che qualcuno possa rovistare tra le proprie cose, anche se ormai moltissimi alloggi offrono servizi come ripostigli e spazi chiusi in cui riporre i propri effetti personali.

In fase d’acquisto meglio scegliere sempre lucchetti TSA, soprattutto se si ha in mente di partire verso gli Stati Uniti. Si tratta di speciali lucchetti che permettono non solo di tutelare il bagaglio, ma lo rendono anche facilmente ispezionabile in fase di controlli. Ogni lucchetto TSA, infatti, è facilmente apribile dagli addetti della sicurezza, che posseggono chiavi universali. In questo modo le ispezioni sono regolari e, soprattutto, il vostro lucchetto non verrà rotto in alcun modo dagli agenti.

Le serrature da valigia sono un sinonimo di protezione, quindi, ma non offrono mai certezza sul fatto che nessuno toccherà le vostre cose. Anche perché su Youtube girano dei tutorial che insegnano ad aprirli facilmente e poi, se qualcuno è proprio intenzionato ad aprire il bagaglio, può sempre trovare il modo di farlo: ad esempio, tagliandolo sui lati morbidi.

Una piccola problematica, soprattutto per chi viaggia spesso in aereo, è dato dal fatto che, essendo di metallo, il lucchetto potrebbe intralciare i primi controlli in aeroporto. Oppure, nonostante capiti di rado, ci può essere la remota possibilità che rimanga impigliato nel meccanismo di movimentazione dei bagagli.

Per questo, esistono delle facili alternative. Per prima cosa, se non si vuole rinunciare allo stile, si possono acquistare delle cinghie di sicurezza. Ne esistono di moltissimi tipi, dimensioni, colori e marche e per alcune c’è la possibilità di inserire una combinazione, anche 3 cifre con funzione TSA. In questo caso, evitano che il bagaglio si apra casualmente, a causa dei continui spostamenti.

Un’altra idea potrebbe essere quella di utilizzare delle fascette di plastica, le tipiche striscioline di plastica che utilizziamo a casa per riordinare i fili della tv o per sistemare le piante in giardino, disponibili in varie misure e colori. Si possono trovare in vendita da ferramenta e negozi di bricolage e bloccano la valigia nel punto che preferite. Utilizzarle è semplice, proprio come fosse una cintura: basta avvolgere la valigia, inserire il capo della fascetta nell’occhiello situato nella parte opposta e stringere. Più si tira più il bagaglio sarà stretto all’interno della fascetta.

I vantaggi? Sono molto economiche, capaci di avvolgere il bagaglio interamente, proteggendolo anche dai malintenzionati e di certo, non essendo in metallo, possono passare i controlli. Una soluzione che alcuni viaggiatori, specie negli Stati Uniti, stanno iniziando ad adottare.

Altrimenti, un’altra idea, può essere quella di rivestire la valigia con diversi strati di pellicola. L’effetto finale in entrambi i casi non sarà bello, è vero, ma di certo non intralcerà i controlli all’aereo e scoraggerà eventuali furti.

Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lucchetti nei bagagli, sono davvero utili?