Viaggio in auto a Dublino a caccia di immagini autentiche

Cosa fare a Dublino, una città piena di sorprese. Scovare le sue immagini più segrete vi porterà nel cuore dell’Irlanda autentica e verace.

Simbolo dell’Irlanda, Dublino è una meta che da sola vale un viaggio, ma è anche la base strategica per vedere in poco tempo l’anima più vera e segreta dell’isola verde. Per coglierne il senso e lo spirito basta regalarsi del tempo e prestare attenzione alle immagini un po’ discoste dal turismo di massa. Iniziate scegliendo un mezzo autonomo e audace, in perfetta sintonia con il carattere degli irlandesi. Una vota atterrati, noleggiate un’auto per entrare a Dublino e iniziare la scoperta della città.

Potete prenotare un’auto già prima di partire così da sceglierne il modello oppure affidarvi alla sorte, con spirito avventuroso e prendere cosa trovate all’aeroporto. In alternativa, c’è sempre la moto. In ogni caso, ricordate che la guida è a sinistra, come nei Paesi anglosassoni. Nonostante la sola idea possa spaventarvi, sappiate che non è così tremendo come sembra e le immagini che vi godrete in piena libertà vi ripagheranno, regalandovi una vacanza autentica che non dimenticherete.

State vigili e ricordate che i punti di riferimento sono invertiti: il sedile del guidatore è a destra, mentre il cambio e lo specchietto retrovisore sono a sinistra. Le precedenze restano invece a destra e nelle rotonde si gira al contrario. Con la pratica le cose migliorano e già quando entrerete in Dublino la vostra immagine di guidatore sprigionerà sicurezza. Per iniziare dirigetevi in una zona tranquilla. Lasciate l’auto nel parcheggio dell’albergo oppure optate per le stazioni Park and Ride. Le tariffe vanno da 2 a 4 euro l’ora, ma ci sono anche pacchetti giornalieri convenienti.

Scoprite Dublino partendo dal suo fiume. Il Liffey divide il centro città in due zone e potete percorrerle entrambe senza darvi una meta precisa. Imboccate la O’ Connell street, la strada più famosa della capitale, e riceverete immediatamente un’immagine autentica della travagliata storia delle città. La strada fu aperta nel XVIII secolo, durante l’insurrezione della Pasqua del 1916; alcuni palazzi che vi si affacciano furono profondamente danneggiati. Tra questi il General Post Office, costruito nel 1814.

Girate in Moore Street e perdetevi nelle sue bancarelle. Il modo migliore per conoscere un Paese è vedere i prodotti della sua terra. Ne ricaverete immagini particolarmente vere anche perché vi trovate nel mercato di Molly Malone: il più autentico della città, con fiori, frutta e verdura, ma anche pesce, tabacco e cioccolato. I suoi orari sono dalle 8.00 alle 16.00, da lunedì a sabato. Al 27 di Moor Street si trova anche la casa di Patrick Pearse, capo della sommossa della Pasqua del 1916 che, proprio da qui, dichiarò la resa incondizionata alle truppe britanniche, prima di essere giustiziato.

Una sosta verde la merita certamente il Phoenix Park, un parco grande almeno cinque volte l’Hyde Park di Londra. Se cercate immagini insolite, non potete mancare la visita al giardino zoologico. Costruito nel 1830, è il quarto zoo più grande al mondo, con i suoi oltre 600 animali tenuti in ambienti pulitissimi e in ottima salute, per quanto in cattività. Inoltre è anche un ente di beneficenza e tutti gli incassi servono per migliorare l’area protetta. Oltre che allo zoo buttate uno sguardo al palazzo neoclassico dell’Áras an Uachtaráin, la residenza ufficiale del presidente della Repubblica irlandese.

Passando il ponte O’ Connel arrivate alla Riva Sud, dove sono concentrate le maggiori attrazioni cittadine. In College Street vedrete il palazzo ex sede della Banca d’Irlanda, oggi del parlamento. Di fronte visitate il Trinity College con la sua meravigliosa libreria e il suo parco. Dopo aver scattato una foto con la statua di Molly Malone, la famosa pescivendola simbolo della perseveranza delle classi povere irlandesi, se volete potete dedicarvi ai musei altrimenti regalatevi una fuga cittadina. Le immagini dell’Irlanda selvaggia vi aspettano a poche miglia da Dublino.

A 20 chilometri d’auto dal centro di Dublino sorge infatti l’incantevole villaggio di Howth che, con il suo promontorio e la sua baia vi regalerà le immagini più vive della bellezza indomita e ribelle dell’Irlanda. Camminate lungo la baia e osservate le nuvole rincorrersi e sparire, mentre il mare bagna le lunghe distese di sabbia intatta. Spostatevi poi al porto di Howth dove ogni giorno i pescherecci scaricano il pesce fresco, che potete comprare e gustare direttamente lungo il molo. Con un pizzico di fortuna, fra le barche che rientrano, potreste anche scorgere la testolina di qualche foca che nuota in cerca di un allunghino.

Viaggio in auto a Dublino a caccia di immagini autentiche