Tirana è come Berlino Est dopo la caduta del muro

Se si volesse respirare quell’atmosfera carica di nostalgia, basterebbe visitare alcuni quartieri di Tirana, in Albania

Chi va a Berlino oggi trova una città à la page, ma che non ha nulla a che vedere con il fascino decadente della Berlino Est subito dopo la caduta del Muro. Se si volesse respirare quell’atmosfera carica di nostalgia, ma anche di genuina ingenuità e di semplicità basterebbe visitare alcuni quartieri di Tirana, in Albania. È quanto racconta il giornale olandese Trouw, che descrive la Capitale albanese come una città ancora alla ricerca del proprio futuro.

Solitamente i turisti che visitano l’Albania tirano dritto verso la costa. Qualcuno punta alle montagne che si trovano a Nord. Invece, bisognerebbe fermarsi in città per comprendere la storia di un Paese che ha passato un brutto quarto d’ora durante il periodo Comunista. Basta entrare nei vecchi caffè per capire cosa dovesse essere il Paese allora. Ma anche ciò che resta del periodo Fascista, come i lunghi viali e gli edifici del governo fatti costruire da Mussolini, riportano alla mente momenti poco piacevoli della storia di questo Paese per troppo tempo sottovalutato.

Bunk Art è uno dei pochi luoghi a essere stati convertiti in attrazione turistica. Si può camminare attraverso i lunghi corridoi dell’ex bunker del dittatore Enver Hoxha trasformato in museo alla periferia della città. Qui si tengono concerti nella stanza in cui un tempo si riuniva il Parlamento.

Ma basta camminare per la città per scoprire tanti dei suoi segreti. Del resto, passeggiare è l’unico modo di muoversi dato che di autobus ce ne sono pochi e le fermate sono male segnalate, inoltre, se nel resto d’Europa si gira sempre più spesso in bicicletta, qui non se ne trovano, non ci sono piste ciclabili e il traffico automobilistico è terrificante.

Il lato positivo è che girando per le strade non si vedono tutte quelle catene di negozi internazionali che rendono una città occidentale uguale a una orientale. Non ci sono McDonald’s, Zara né Sephora. Si trovano però tanti bar autentici, specie nella zona di Blloku, un quartiere residenziale abitato dai ricchi durante il periodo Comunista. È qui che i giovani di Tirana vengono a prendere un cocktail all’ora dell’aperitivo. L’Albania è un Paese molto ospitale e non sarà difficile fare amicizia. È il modo migliore per osservare la gente del posto e comprenderne lo stile di vita.

Se ancora non fosse sufficiente a trasportarvi indietro nel tempo facendovi respirare l’aria della vecchia Berlino, arrivate al margine del quartiere fino a un parco pubblico: qui è stato lasciato un pezzo di cemento del vero Muro di Berlino. Più di così…

Tirana è come Berlino Est dopo la caduta del muro