Quattro itinerari nei dintorni di Dublino

Per chi volesse approfondire la conoscenza dell'Irlanda ecco cosa vedere appena fuori città

A pochi chilometri dal centro di Dublino si trova il villaggio di Howth, uno dei più graziosi villaggi della costa che circondano la baia di Dublino. E’ un piccolo villaggio di pescatori costruito attorno al porto dove si respira la vera atmosfera marinara. Barche colorate, marinai al lavoro e foche che fanno capolino. Un sentiero di una decina di chilometri corre lungo le scogliere fino a The Summit, il punto più alto, e all’Head of Howth, da dove si possono ammirare stupendi panorami del villaggio. Per chi non vuole camminare molto, a due passi dal porto c’è il faro da cui ammirare il mare e gli splendidi tramonti. A Howth c’è un antico castello con bellissimi giardini. Il castello è privato e si può visitare solo dietro prenotazione.  Come per tanti altri luoghi in Irlanda, a Howth Castle è legata una leggenda, quella della piratessa Grace O’Malley che un giorno decise di fare visita al Barone di Howth ma, poiché la famiglia era a cena, i cancelli del castello restarono chiusi. La piratessa decise così di rapire il figlio del Barone. L’ostaggio fu rilasciato solo dietro la promessa che da quel momento in poi i cancelli sarebbero sempre stati aperti ai visitatori inaspettati. E sembra sia ancora così. Per verificarlo di persona non resta che provare ad andare. Howth è facilmente raggiungibile da Dublino con i mezzi pubblici. Dalle stazioni di Tara Street, O’Connell Street e Pearse Street si prende il treno suburbano della linea DART fino alla stazione di Howth.

Poco più a Nord di Howth si trova il Castello di Malahide, una delle attrazioni turistiche più famose della zona, nonostante le piccole dimensioni. Secondo una leggenda tra le mura del castello si aggirerebbero ben cinque fantasmi. Uno di questi, il fantasma del nipote della famiglia Talbot, che per prima occupò il castello, una notte ogni 25 anni, pare vaghi attraverso le sale per vedere se è ancora tutto in ordine. Malahide è raggiungibile in 40 minuti con la DART partendo dalla Connolly Train Station a Dublino.

A Nord di Dublino si trova Brú na Bóinne, “il palazzo di Boyne”, dal nome del fiume che scorre vicino. E’ uno dei più importanti siti megalitici del mondo, patrimonio dell’Unesco. L’area archeologica è un enorme complesso che conta oltre 90 monumenti costruiti nel neolitico da un’antichissima civiltà contadina preceltica scomparsa improvvisamente. Tra questi spiccano in particolare i grandi tumuli di Newgrange, Knowth e Dowth. La tomba di Newgrange è nota per lo spettacolare raggio di luce che la attraversa ogni anno durante il solstizio d’inverno. A tutti i visitatori è reso possibile osservare il fenomeno simulato grazie ad un sistema di illuminazione artificiale. Brú na Bóinne dista 40 minuti d’auto dalla Capitale. Se non volete noleggiare un’auto, ci sono tour in giornata in partenza da Dublino organizzati da diversi operatori. Basta prenotare il giorno prima in una qualsiasi agenzia di viaggio.

A Sud di Dublino si può fare visita a Powerscourt Estate, nella contea di Wicklow, dove si trova Powerscourt House, una villa palladiana considerata tra le 10 dimore più belle al mondo secondo Lonely Planet. Il punto forte della villa è il suo meraviglioso giardino, Powerscourt Gardens, che il National Geographic ha defininito il terzo giardino più bello del mondo con terrazze, laghetti e una cascata. Il proprietario, Lord Powerscourt, per abbellire i giardini della tenuta trasse ispirazione dalle opere d’arte di tutta Europa. La fontana al centro del Lago di Tritone, per esempio, si ispira alla fontana di Piazza Barberini a Roma. Quattro busti nel giardino murato – Walled Garden – richiamano le opere dei grandi Maestri italiani Michelangelo, Leonardo, Raffaello e Benvenuto Cellini. Inoltre, la grande terrazza di pietra si ispira chiaramente a Palazzo Butera che si trova a Bagheria, in Sicilia, e le ripide scalinate ad altri tipici borghi italiani. Powerscourt è raggiungibile da Dublino con la DART scendendo alla stazione di Bray e prendendo l’autobus numero 185.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quattro itinerari nei dintorni di Dublino