Cosa fare nelle città della Garonna: alla scoperta di Bordeaux

Itinerario di visita di Bordeaux, città sulla Garonna che ancora pochi conoscono, dalla Cité du vin a Place de la Bourse, e poi mercatini e ristoranti stellati.

Bordeaux è la città sulla Garonna che vi sorprenderà. Famosa nel mondo per i suoi vini e gli ottimi ristoranti, dal 2007 è entrata a far parte della lista dei siti patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Scoprire la parte di città che le è valsa questo onore è un viaggio che vi porterà dai sontuosi boulevard alle rive della Garonna. Bordeaux è nota per essere una delle città più belle sulla Garonna, ma è anche uno dei centri più grandi della Francia.

Situata nella regione dell’Aquitania, e famosa per i suoi 117.000 ettari di vigne, Bordeaux è una città borghese ed elegante adagiata sul fiume Garonna, con molto da offrire a chi la visita. Chiamata la Cité du vin, la città del vino, negli ultimi anni Bordeaux ha saputo cambiare anima. Da sonnecchiante città mercantile e borghese, un po’ chiusa e conformista, è oggi tutto un fiorire di locali eccentrici e caffè sempre affollati dove i giovani chef aprono nuovi locali e dove si può passeggiare lungo la rive gauche della Garonna.

A celebrare il successo della trasformazione di questa sorprendente città sulla Garonna, ci sono anche un bel po’ di riconoscimenti. Nel 2015 Bordeaux è stata la città preferita dai francesi oltre che tra le prime dieci bike city del pianeta; l’anno dopo per il New York Times si è aggiudicata il titolo di seconda meta mondiale. Bordeaux è rinata definitivamente negli anni Novanta, quando il sindaco ha scoraggiato il traffico delle auto unendo le periferie al centro con tre linee di tram, oltre ad aver avviato una massiccia ristrutturazione dei palazzi ottocenteschi e rilanciato la Bastide, la malfamata sponda destra della Garonna.

Il centro storico di questa città sulla Garonna è concentrato in poche piazze e stradine, pertanto iniziate godendovi il relax nel gironzolare un po’ a piedi. Non distante da voi si erge in tutta la sua fierezza la cattedrale di Sant’Andrea. Consacrata nel 1096 da Papa Urbano II è un vero gioiello dello stile gotico. Accanto alle torri della facciata, svetta il campanile, o torre Pey-Berland, mentre sul portale nord sono rappresentate l’Ultima Cena e l’ascesa di Cristo tra i Dodici Apostoli.

Dirigetevi verso Place de la Bourse, il cuore di Bordeaux, posta nel tratto di fiume rinnovato. Resterete sorpresi nel vedere la vostra immagine riflessa insieme alle facciate dei palazzi nel fantastico Miroir d’eau, un gigantesco specchio d’acqua che riflette tutto ciò che gli si affaccia, per la gioia dei piccoli ma anche dei grandi. Se amate la fotografia, tornateci anche di sera quando i palazzi e la Fontana delle Tre Grazie, nel centro della piazza, si illuminano riflettendosi nel grande specchio d’acqua e facendovi amare follemente questa città magica sulla Garonna.

Una visita al Musée national des Douanes, il museo nazionale delle dogane, vi farà scoprire molte cose che non sapete sulla storia dei dazi e del contrabbando. Lasciata Place de la Bourse passate sul lato opposto del fiume e la golosità che rende celebre questa città sulla Garonna si impadronirà di voi. Imboccate uno qualsiasi dei vicoli e sarete circondati da botteghe che offrono formaggi cremosi a più non posso e irresistibili crêpes al cioccolato, oltre che dai locali dove finalmente potrete godervi un bicchiere di buon Cabernet Sauvignon o un Merlot. Spesso le liste dei vini sono lunghissime: provare anche un nome meno roboante qui è un obbligo.

Se amate il vezzo, i negozi di Rue du Pas Saint George fanno al caso vostro e vi abbaglieranno con bijoux fatti a mano e abiti vintage. Cercate di non dilapidare una fortuna e proseguite verso l’Eglise Saint-Eloi, costruita a ridosso della Grosse Cloche, la campana della città. Da qui potete imboccare Rue Saint Catherine, la via pedonale più lunga d’Europa, e risalire verso il centro. In poco tempo vi troverete nel quartiere di Saint Michel, il centro multietnico di questa deliziosa città sulla Garonna che offre un’immagine di Bordeaux tutta speciale e parigina, fra il mercato delle pulci e quello dell’antiquariato, che si tiene ogni domenica.

Se in Rue Victor Hugo vedete una Jaguar MK 2 sospesa nel vuoto, state tranquilli non avete le allucinazioni. È un’installazione del 1994 chiamata Car Crash che la dice lunga sull’eccentricità di questa città sulla Garonna. Non lasciate Bordeaux senza vistare il Musée des Beaux-Arts, il buseo delle belle arti. Custodito nel centrale Palazzo Rohan, potrete ammirare una collezione che va dal 1400 al 1900, con opere di Tiziano, Veronese, Vasari, Rubens, Van Dick, fino Renoir, Matisse, Corot, Delacroix, Matisse e alcuni pezzi di Picasso.

Ricordate che Bordeaux offre un ottimo servizio di tram, che vi può condurre fuori città. Il biglietto si acquista direttamente in prossimità delle fermate. Inoltre il lungofiume in estate fa di questa sorprendente città sulla Garonna anche una rambla balneare, ricca di ristorantini e stelle Michelin.

Cosa fare nelle città della Garonna: alla scoperta di Bordeaux