Tour delle città sulla Garonna, Bordeaux, l’oceano e i canali

Cosa fare nelle città sulla Garonna: gita naturalistica a Bordeaux e dintorni per vedere la duna di sabbia più alta d’Europa e attraversare i canali.

Bordeaux è una città sorprendente affacciata sulla Garonna. Famosa per i suoi vini, oggi Bordeaux è molto di più. Oltre al suo centro storico diventato sito Unesco, Bordeaux offre una natura mozzafiato a pochi chilometri dalla città. Se avete camminato per ore nel bel Museo delle belle arti e in quello di Arte contemporanea, se avete gustato almeno due o tre crepes assaggiando qualche buon bicchiere di vino nel centro e scattato una decina di foto notturne in Place de la Bourse, siete probabilmente pronti per lasciare la vita cittadina e ristorarvi nel tanto verde che questa città sulla Garonna offre.

Vicino al quartiere Saint Michel, si spalancano i meravigliosi Giardini Pubblici di Bordeaux. Inaugurati nel 1746 per permettere una fusione totale dell’uomo nella natura, sono oggi una vera oasi verde, fiore all’occhiello di questa città sulla Garonna. Il parco è attraversato da sentieri che corrono fra ampi prati verdi, alberi e coloratissimi mosaici floreali, grandi composizioni fatte con intere aiuole di fiori diversi, oltre che da un torrente su cui sorge un isolotto raggiungibile su due passerelle pedonali.

Nel centro del giardino ci sono inoltre un parco giochi, una romantica giostra francese e un teatro delle marionette, che fanno di questo giardino una meta per famiglie. Arrivate in una bella giornata di sole e prendetevi tutto il tempo per vivere questa oasi di natura, seguendo anche il magnifico lungofiume fin dove avrete voglia di camminare. Vivrete l’anima quieta di Bordeaux, tipica delle città sulla Garonna. L’ingresso è gratuito.

Completano i giardini, il giardino botanico con le sue serre esposte alla Bastide, uno spazio aperto nel 2003 che copre quattro ettari di terra. Nato con lo scopo di divulgare, il giardino botanico racconta gli alberi e la biodiversità. Le piante sono divise per famiglia: le specie indigene, ossia quelle medicinali per cui è stato creato, e quelle esotiche portate dai navigatori ai tempi delle colonie. L’accesso alle serre e alle sale di esposizione costa 4 euro, ma ci sono molte esenzioni. Gratuito l’ingresso per i disabili e per i minori; la prima domenica del mese l’ingresso è libero per tutti.

A poco meno di un’ora passerete dalla città sulla Garonna all’Oceano Atlantico, in cima alla duna di sabbia più alta d’Europa. Lunga 2,7 km, larga 500 metri raggiunge fino a 110 metri di altezza e si può ammirare durante tutto l’anno. Scegliete l’ora in cui scende la marea e godetevi lo spettacolo delle acque che si ritirano lasciando strisce di diverse tonalità sulla sabbia. Se siete coraggiosi, potete salire sulla duna di Pyla in verticale, vincendo la sabbia, altrimenti una scaletta farà al caso vostro.

Alle spalle della duna di Pyla, si allunga una distesa di pini, che profuma l’aria salmastra dell’oceano e in lontananza, alcuni fari sono la meta per una visita veloce. Di fronte, se la stagione è calda, l’acqua blu dell’oceano vi attirerà probabilmente per un tuffo rinfrescante. State attenti: le onde spesso nascondono correnti di acqua torbida da cui non è facile uscire. Per arrivare alla duna, da Bordeaux basta prendere il treno alla stazione centrale, direzione Arcachon. Da qui salite sul pullman di linea che porta all’area della duna.

Se amate la bici, invece, il canale della Garonne è un percorso facile, quasi tutto su pista ciclabile, che attraversa i vigneti e i paesini medievali lungo le rive del fiume. Molti tour organizzano vere e proprie vacanze a tappe, ma potrete divertirvi anche solo a percorrerne un piccolo tratto.

Il tour infatti inizia a Bordeaux e la ciclabile porta fino a Sauveterre de Guyenne, dove si procede per piccole stradine fino a Réole, e da qui si giunge a Toulouse. Il paesaggio è immerso nei pascoli e passa per boschi di castagni e di querce, interrotto solo dalle colture particolari come le prugne di Agen, il tabacco della valle del Lot e i vigneti dell’Armagnac. A seconda del tempo che avete potete davvero sbizzarrirvi, in buona sicurezza.

Che siate andati a piedi o in bici, rientrando a Bordeaux di sabato mattina dovete assolutamente andare al Marché des Capucins, dove potrete assaggiare le ostriche che arrivano fresche dalla vicina baia di Arcachon. Con circa 7 euro vi daranno un piattino da 6 con un buon bicchiere di vino bianco. Non sono da disdegnare anche i formaggi e le marmellate artigianali. Inoltre, potrete spizzicare i canelés, i pasticcini al rum profumati alla vaniglia tipici di questa deliziosa città sulla Garonna.

A Bordeaux si arriva comodamente con molte compagnie aeree low cost: easyjet (da Milano Malpensa e Venezia), HOP! (Roma Fiumicino), Ryanair (Roma Ciampino), Volotea (Venezia), oltre ad altre linee stagionali.

Tour delle città sulla Garonna, Bordeaux, l’oceano e i canali