A Salò, itinerari alla scoperta del Lago di Garda

Salò rappresenta la base ideale per esplorare il lago di Garda. Ecco alcuni itinerari per ammirare giardini botanici, chiese, rocche e l’imperdibile Vittoriale

Celebre per il suo clima mite che caratterizza la zona del Garda, Salò è immersa tra cipressi, agrumi, ulivi e oleandri, e si è guadagnata da oltre cento anni la meritata fama di località turistica internazionale. Se la sceglierete come base della vostra vacanza questa cittadina posta al centro dell’omonimo golfo vi garantirà un’ottima offerta di hotel spesso con vista lago e piscina, ma anche piacevoli dimore nella calma dell’entroterra.

Prima di lasciare Salò, per visitare la zona, godetevi il suo bel centro storico e prendetevi il tempo per un aperitivo sul lungolago o per un pranzo a base di lavarello e coregone, pesci tipici della zona che arrivano freschi in tavola ogni giorno.

Se scegliete di visitare il lago senza macchina – anche perché le strade che lo costeggiano sono spesso strette e tortuose – ricordate che da Salò partono splendide crociere giornaliere che vi condurranno a Peschiera del Garda, Riva, Malcenise, Desenzano e ritorno. Non vi resta che dirigervi verso l’imbarcadero e salire a bordo per godervi un momento di relax sulle acque del più grande lago d’Italia. Se, invece, amate camminare e volete staccarvi per qualche giorno dal mondo, da Salò inizia il tracciato della Bassa Via del Garda che, vi avvolgerà nel profumo dei gelsomini in estate o in quello dei ciclamini in autunno e che vi farà scoprire tranquilli paesini ed eremi solitari fra i monti e il lago. Il percorso si snoda su stradine e sentieri passando dai 100 ai 900 metri di dislivello e va esplorato in più giorni così da scoprire in pieno agio tutti i graziosi comuni che dividono Salò da Limone sul Garda.

Decisamente più comodo è spostarsi in auto lungo gli 11 chilometri che separano Salò da Gardone Riviera dove vi attende il celebre Vittoriale degli italiani. La villa voluta Gabriele d’Annunzio è un complesso di edifici, piazze e monumenti immerso nel verde e di impatto grandioso. In circa nove ettari di terreno potrete ammirare, fra le altre cose, opere d’arte neoclassiche, un anfiteatro, cimeli della prima guerra mondiale e persino gli aerei monoposto che hanno sorvolato Vienna.

Dedicate un po’ di tempo – ma meglio un giorno intero – anche alla visita del Heller Garden situato nel comune di Gardone Riviera e nato dall’amore per i viaggi, oltre che dalla passione per i giardini, di Arturo Hruska e André Heller. Durante la sua esplorazione potrete ammirare piante lontane provenienti da Cina, Tibet, Africa e America.

Complice il microclima mite e dolce del Garda, infatti, in questo giardino crescono l’osmunda regalis, i boschi di bambù, le primule del Tibet, oltre alle maestose cryptomeria japonica, che in autunno si incendiano di rosso fuoco. Nel giardino – aperto da marzo ad ottobre, tutti i giorni dalle 9 alle 19 – non mancano le sculture che fanno bella mostra di sé in questo museo a cielo aperto.

Facendo base a Salò è molto comodo vistare anche Manerba del Garda con la sua Rocca, chiamata “il più bel balcone sul lago”. Dopo aver passeggiato nel centro storico, famoso per i suoi bei negozi eleganti, salite alla Rocca dove ammirare i resti del castello medievale e godervi la splendida vista.

Prima di lasciare definitivamente Salò, a tre chilometri dal centro non dimenticate di visitare anche la chiesetta della Madonna del Rio eretta in fondo alla valle e raggiungibile superando un piccolo ponte. La tradizione vuole che sia stata costruita sul luogo di un’apparizione della Vergine in una grotta e alla sua sinistra un piccolo sentiero vi permetterà di proseguir fino a una suggestiva cascata incorniciata da muschi e caprifoglio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Salò, itinerari alla scoperta del Lago di Garda