In Val Camonica lungo lo splendido Cammino di Carlo Magno

Un itinerario che nasce dalla leggenda e permette di scoprire i paesaggi della Lombardia

In Lombardia c’è un itinerario che permette di scoprire i paesaggi della Val Camonica: il Cammino di Carlo Magno.

Questo itinerario si sviluppa per circa 100 chilometri ed è diviso in cinque tappe. Prende il nome da un’antica leggenda che narra del passaggio di Carlo Magno in Val Camonica. Secondo la tradizione, il Re de Franchi attraversò tutta la valle e conquistò i castelli dei signori locali, costringendoli alla conversione; e, per celebrare le sue vittorie, l’Imperatore del Sacro Romano impero fece costruire numerose chiese, spesso sopra i ruderi dei castelli appena distrutti.

val camonica

Il Cammino di Carlo Magno è di difficoltà media: parte da Lovere, paesino che si affaccia sul Lago d’Iseo, e termina a Ponte di Legno, vicino al Passo del Tonale. I 100 chilometri del percorso sono suddivisi in cinque tappe: partendo da Lovere si attraversa il parco del Lago Moro dove, lungo il suo tracciato, si possono visitare diverse chiese fondate da Carlo Magno secondo quanto racconta la leggenda. In seguito si passa per il parco delle incisioni di Foppe di Nadro e il parco delle Incisioni di Naquane.

Con la prima tappa, da Lovere a Boario Terme, ci si può immergere tra le vie medievali e visitare la Basilica di Santa Maria in Valvendra e il Castello di Gorzone. Cimentandosi nella seconda tappa, da Boario Terme a Breno, si ha la possibilità di scoprire i segreti dell’arte camuna. In particolare, ad Esine, è imperdibile una visita alla Chiesa di Santa Maria Assunta che racchiude una cappella del 1400  e conserva un intero ciclo affrescato dal pittore locale Pietro da Cemmo.

lovere

La terza tappa parte da Breno e finisce a Grevo. Lunga 17.8 chilometri, passa attraverso le aree sacre degli antichi Camuni: luoghi ricchi di incisioni rupestri riconosciute come il primo sito italiano dell’Unesco. La quarta tappa è sicuramente quella più naturalistica: termina a Edolo, un centro medievale che rappresentava un importante crocevia tra il Passo del Tonale e il Passo dell’Aprica. La quinta e ultima tappa offre infine la possibilità di scoprire le chiese immerse nei boschi legate a Carlo Magno e nel centro di Temù si può visitare il Museo della Guerra Bianca.

Un luogo ricco di storia e di leggende, che da percorrere è davvero incredibile.

Edolo

 

In Val Camonica lungo lo splendido Cammino di Carlo Magno