A Saludecio, dove ogni muro è un’opera d’arte

Tra ballerine e marinai, perdersi in questo borgo disegnato della provincia di Rimini è un'esperienza unica e magica. Non solo per chi ama l'arte.

C’è un piccolo borgo sul colle della Valconca, nella provincia di Rimini, incastonato in un paesaggio verdeggiante, dove i muri sono tutti (o quasi) dipinti. È Saludecio, dove passeggiare è tutta una scoperta. Non solo saliscendi e viuzze acciottolate, ma anche 40 murales dipinti da diversi artisti che rendono questo luogo – immerso tra sassi, mattoni e fiori – ancora più magico.

Girando in questo borgo medievale della Signoria dei Malatesta, è facile imbattersi nello sguardo sognante di una dea, in ballerine intente nelle prove oppure ancora nel capitano di una nave che guarda l’orizzonte. Tutte opere d’arte che, tra i vicoli, le strade e i palazzi, invogliano i viaggiatori ad andare alla ricerca dei suoi tesori e della sua storia.

saludecio

Saludecio. Fonte: 123rf/maxaltamor

Una storia che inizia da lontano, visto che il paese, roccaforte malatestiana degli anni Mille, è ultimo baluardo riminese contro la vicina Urbino dei Montefeltro. Per entrare ci sono ben due porte: Porta Montanara, diretta ai monti, e Porta Marina che offre una vista panoramica senza eguali verso il mare Adriatico, non molto lontano. Da qui si può andare alla ricerca della piazzetta del paese su cui si affacciano il Santuario del Beato Amato Ronconi, il Museo d’Arte Sacra e una piccola cappella in cui è custodita una reliquia del Beato, meta di pellegrinaggi e molto cara al paese. E poi via lungo le viuzze strette del borgo: perché oltre ai murales e le opere d’un tempo, anche le case, con i fiori freschi e le ante colorate, sono un vero spettacolo per gli occhi; l’ideale per immergersi in un’atmosfera da fiaba.

Ritornando sulla strada principale si possono notare anche i palazzi nobiliari, come il Marcucci, il Botticelli, il Marangoni-Cerri, l’Albini, simboli di ricchezza e ricercatezza. Spiccano anche la torre civica medievale, con lo stemma della città, e la chiesa con il convento dei Gerolomini, in cui ancora oggi si possono ammirare alcuni dipinti del Settecento. E tra tanta architettura e bellezza, non può mancare anche un angolo verde. È qui che entra in gioco il Giardino dei Profumi, un giardino all’italiana con coloratissime erbe aromatiche e piante officinali. E per chi ama stare sempre con lo sguardo all’insù, Saludecio è perfetta anche di notte. Qui infatti c’è un’osservatorio astronomico, per guardar le stelle in piena libertà.

saludecio

Saludecio. Fonte: archivio fotografico dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Rimini/Paritani

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Saludecio, dove ogni muro è un’opera d’arte