Terme di Ischia, per chi cerca il vero relax

Ecco dove sono e cosa offrono le terme di Ischia, dai bagni Poseidon al parco termale di Negombo

L’isola di Ischia è famosa in tutta il mondo per la bontà della sua acqua, vista l’alta presenza di sorgenti, centri benessere e parchi termali. Queste acque erano già note agli antichi; i Greci infatti usavano fare dei bagni nelle terme di Ischia per ritemprare il corpo e lo spirito o per velocizzare la guarigione delle ferite dopo le battaglie.

I giardini termali Poseidon sono situati nella baia di Citara ed ospitano ventidue piscine termali che vantano una temperatura che oscilla tra i 20 e i 40 gradi. L’acqua termale ha innumerevoli vantaggi in quanto si presta alla cura di numerose patologie quali affezioni terapeutiche, malattie reumatiche, affezioni respiratorie, e così via.

I giardini sono situati nel comune di Forio, in località Citara e sono facilmente raggiungibili in autobus. Di ritorno dalle terme, è possibile restare nel comune di Forio e fare una passeggiata in questa piacevole località. Bisogna sicuramente concedere un po’ di tempo alla visita della Chiesa del Santo Soccorso.

La Chiesa si trova sulla punta del promontorio del “Soccorso” ed è circondata da una bellissima piazza che vanta una vista sul mare aperto. Con un po’ di fortuna è possibile assistere al fenomeno del Raggio Verde che consiste nella vista all’orizzonte di un fascio di luce verde (frutto della rifrazione della luce del sole da parte dell’atmosfera, di solito è visibile al tramonto).

In località Lacco Ameno sorge il parco termale Negombo, concepito come un’oasi deputata solo al relax. Il parco è immerso tra le piante tropicali, alberi mediterranei e fiori. Il parco è aperto dal lunedì alla domenica ed offre relax a tutto tondo. Nonostante Lacco Ameno sia il comune più piccolo di Ischia, offre ugualmente delle attrattive.

Per chi voglia approfondire la storia della Magna Grecia, è necessario visitare il Museo Pithecusae che offre un percorso ceramico che va dalla preistoria fino all’epoca greco romana. Lacco Ameno è anche uno dei più antichi luoghi di insediamenti cristiani, merita quindi una visita la chiesa si Santa Restituta.

Il simbolo però di Lacco Ameno è il “Fungo”. Si tratta di un imponente blocco di tufo (che ricorda la forma di un fungo) che fuoriesce dal mare a pochi metri dalla riva. Questo blocco ricorda poprio la natura vulcanica dell’isola, che rende così speciali e salutari le sue acque.

I comuni dell’isola sono tutti “protetti” dal monte Epomeo che sorge alle loro spalle. E’ pertanto possibile fare delle escursioni sul monte, così da poter godere della magnifica vista che questa isola sa dare.

Terme di Ischia, per chi cerca il vero relax