Gli aeroporti più strani (e pericolosi) del mondo

Che siano su una pista ghiacciata o tra la catena dell'Himalaya alcuni aeroporti sono strani e pericolosi. Eccovi i più famosi

Sono in molti ad aver paura di volare, una paura che il più delle volte è ingiustificata. In alcuni casi però capita che ci si trovi di fronte a degli aeroporti che sfidano la natura, allora avere un po’ di tremarella ci sembra più che dovuto. Eccovi una carrellata degli aeroporti più strani e pericolosi del mondo.

L’aeroporto di Courchevel, in Francia, si trova in una località sciistica sita tra le Alpi a 2.000 metri sul mare. Qui è stato anche girato uno dei film di James Bond.

In Antartide si atterra e decolla addirittura da una pista ghiacciata utilizzabile solo in primavera. In Scozia c’è un aeroporto dove i voli atterrano e decollano da una spiaggia.

In Bhutan gli aerei sono costretti a districarsi persino tra la catena dell’Himalaya. Una vera e propria sfida anche per i pochi piloti autorizzati ad atterrarvi.

Volete vedere l’aeroporto più settentrionale del mondo? Basta andare allo Svalbard, si trova tra la Norvegia e il Polo Nord.

La zona in cui si trova, l’aria rarefatta, il clima estremamente mutevole e la sua pista breve ed in pendenza rendono l’aeroporto Tenzing-Hillary, chiamato anche aeroporto di Lukla, uno degli aeroporti più pericolosi al mondo, il più rischioso esistente secondo una classifica redatta da History Channel. Lo scalo è divenuto popolare da quando Lukla è diventata il punto di partenza per coloro i quali vogliono scalare il Monte Everest e le vette circostanti.

A proposito di aeroporti, sapete qual è il più grande del mondo?

 

Gli aeroporti più strani (e pericolosi) del mondo