Bambini in viaggio: “mamma, guarda come mi diverto!”

Alcune attrattive e strutture italiane in grado di soddisfare le esigenze di grandi e piccini

«Siamo arrivati? Quanto manca?». Chi ha bambini, soprattutto se piccoli, sa che queste sono le loro domande ricorrenti e preferite da rivolgere ai genitori quando si spostano in auto verso le località di vacanza per un week-end. E non solo. Tanto che la maggior parte dei grandi, quando è l’ora di mettersi in viaggio, adotta qualsiasi stratagemma possibile per evitare questo dolce calvario. Una volta poi giunti a destinazione il sogno di ogni mamma e papà è di riuscire in un’impresa spesso impossibile: godersi un po’ di meritato riposo e allo stesso tempo far divertire i bimbi. Per aiutarvi abbiamo selezionato per voi alcune attrattive e strutture del Bel Paese in grado di soddisfare le esigenze di grandi e piccini. E trasformare così questo sogno in realtà. Eccole.

PIEMONTE
La provincia di Torino è un mondo da scoprire tutti insieme, grandi e piccoli, tra parchi, musei e percorsi di grande fascino per chi ama pedalare in armonia con la natura. Da vedere, ad esempio, i bellissimi giardini della Reggia di Venaria Reale, luogo ideale per passeggiate tra grandi peschiere, canali e fontane ricreate come nella struttura originale del ‘700. A San Sebastiano da Po il Parco faunistico “L’oasi degli animali” dà la possibilità di conoscere gli animali e di vederli inseriti nel loro habitat. Sport e avventura invece al Parco Nazionale del Gran Paradiso, primo parco nazionale italiano che raccoglie tutti gli ambienti alpini e offre escursioni, come il sentiero natura “I sensi in gioco”, 1 Km circa con modesta pendenza su comoda strada forestale, adatti anche ai più piccoli. In Valchiusella da visitare la miniera detta “Campionaria” per la ricca varietà di minerali, con una sosta golosa al Ristoro del Minatore. Sono inoltre ideali per la famiglia i sentieri intorno ai laghi di Meugliano e di Alice Superiore. Molto affascinante è poi la zona dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea. Qui merita trascorrere un pomeriggio sulle rive attrezzate del Lago Sirio, dove godere di rilassanti nuotate. Un bel tuffo si può fare anche nelle Piscine Anthares, Parco avventura Anthares World (Candia Canavese). Anche l’Alta Val di Susa è un territorio ideale per l’avventura formato famiglia. A Bardonecchia c’è, ad esempio, il Bike Park mentre al Parco avventura Adventure Village si può sperimentare un ponte tibetano (zona campeggio Clavière, Casana Torinese) lungo 468 metri e alto 25-30 rispetto al letto del fiume sopttostante, la Piccola Dora nelle Gorge di San Gervasio. A Cesana Torinese c’è il Parco Avventura Chaberton situato nella splendida pineta di Molliere con 30 giochi aerei per bambini (dai 5 anni). Adattissima per vacanze extra large anche la zona di Pinerolo e delle Valli Valdesi. Di notte poi chi avrà ancora energia potrà ammirare le stelle nell’osservatorio astronomico Val Pellice (Luserna San Giovanni).

ALTO ADIGE
Un quattro stelle completamente rinnovato sei mesi fa circondato da un panorama da sogno, con una spa di mille metri quadrati e uno chef ambizioso. È il Bella Vista Hotel Emma, a San Vigilio di Marebbe, nel cuore delle Dolomiti di Fanes, le più belle e leggendarie, di recente entrate a far parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Un hotel dove concedersi una vancanza davvero irresistibile a misura di bimbi, mamme e papà, con tanti servizi utilissimi per divertire i più piccoli e permettere agli adulti di concedersi qualche ora di relax. Ricco il programma di escursioni e gite che l’hotel propone. Poi: lezioni di arrampicata sulla parete attrezzata (fantastica anche per gli adulti) a Brunico, il pomeriggio sulla spiaggetta Ciamaur in riva al ruscello di San Vigilio (con un’acqua così trasparente da fare invidia alle Maldive) e i giochi nella piscina dell’albergo, per divertirsi e fare tanto sano movimento. E non potrebbe essere altrimenti visto che nell’area vacanza del Plan de Corones tutta la famiglia trova qualcosa di adatto ed interessante. Ampia l’offerta di proposte che divertono i bambini permettendo ai genitori di tirare il fiato oppure di fare insieme nuove esperienze.

Giornate avventurose si possono, ad esempio, vivere al Kronaction Outdoor & Fun Park al Lago d’Issengo/Falzes, un parco avventura con più percorsi di diversi gradi di difficoltà e altezze. I genitori possono lasciare i loro bambini (da 6 a 12 anni) al prezzo di 32 ? a testa per una giornata e godersi nel frattempo un pomeriggio tutto per loro. Per famiglie con più bambini sono previsti prezzi speciali. Nel corso della giornata i bambini apprendono giocando le basi dell’arrampicata, seguono diversi percorsi su corde sospese, costruiscono insieme ponti tibetani. Le giornate avventurose si tengono settimanalmente di martedì e giovedì. Il ritrovo con genitori e bambini è alle ore 09.30 al parcheggio del laghetto d’Issengo. A fine giornata i genitori possono venire a prendere i bambini alle ore 16.30. Al maneggio Reiterhof Grasspeinten (Falzes) invece è possibile sentire, percepire, accarezzare, imparare a conoscere gli animali di piccola taglia: conigli, agnellini, caprette, porcellini d’india e asinelli. Pony e cavallini vengono sellati e via, a cavallo sullo spiazzo. Il Museum Ladin Ćistel de Tor organizza una visita pensata appositamente per nuclei familiari. Mentre i genitori possono visitare con tranquillità il museo, i bambini di età tra i 4 e 7 anni vengono intrattenuti con letture e racconti di leggende delle Dolomiti, approfondimenti delle tematiche espositive con adeguate visite al museo, attività ludico-ricreative (prenotazione obbligatoria). Sono ormai note ovunque ed ogni bambino che viene a San Vigilio di Marebbe con mamma e papà le Olimpiadi dei bambini, in programma ogni anno in estate con tanti giochi e divertimenti. Nel museo provinciale degli usi e costumi di Teodone si impara a fare il pane.

TRENTINO
Anche in Trentino i bambini sono degli ospiti speciali. E mentre i grandi si rilassano godendosi la natura, loro diventano protagonisti di eventi, attività sportive, giochi, mini escursioni studiate ad hoc sulle loro esigenze. Per loro anche aree dedicate alle loro esigenze come il Paese dei Ragazzi a Predazzo: un villaggio “rigorosamente vietato agli adulti”, che si prende a cuore l’ambiente. I più avventurosi non possono non salire sulla slittovia di Gardonè, in Val di Fiemme, dove provare l’ebrezza di una discesa di 700 metri in un’emozionante zig zag nella foresta o i sette parchi di Fassalandia, spazi attrezzati nelle località di Val di Fassa in cui i piccoli giocano in sicurezza con animatori professionsiti. Ricco anche il programma escursionsitico studiato sulle loro esigenze. Grandi avventure per piccoli uomini è il programma proposto agli ospiti di Madonna di Campiglio, di Pinzolo e della Val Rendena. Valsugana Junior è la vacanza formato mini sui laghi di Levico e Caldonazzo. Comano Junior trasforma i soggiorni alle terme in un’epserienza divertente abbianndo ai trattamenti giochi ed escursioni. Family Fun è invece la proposta dell’Azienda per il Turismo San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi. Per avvicinarsi alla pesca ci sono poi gli appuntamenti settimanali sui torrenti e i laghi di Fishing Paradise.

TOSCANA
Anche la Toscana è una terra di grande ospitalità formato famiglia. Se si sceglie di trascorrere un po’ di giorni al mare, in provincia di Grosseto, dopo la spiaggia è d’obbligo visitare il Parco Archeo-Minerario di San Silvestro. Qui regolarmente ci sono tour con i trenini nelle miniere. Merita una visita anche il Parco di Pinocchio per un viaggio nel segno del divertimento. Realizzato sull’antico villaggio di Collodi, è rimasto sostanzialmente quello di un secolo fa, con la sua caratteristica cascata di case che dall’alto della collina termina a ridosso della Villa Garzoni e del suo scenografico giardino settecentesco, annoverato tra i grandi giardini italiani ed europei. È proprio qui, a Collodi, che lo scrittore Carlo Lorenzini trascorse la fanciullezza, ed è questo il luogo in cui l’immaginario delle avventure di Pinocchio trova origine. Aperto nel 1956, Collodi non si propone come un consueto parco di divertimenti, ma piuttosto quale prezioso esempio di creazione collettiva di artisti di grande personalità, dove la sensazione è quella di ripercorrere una fiaba vivente, in un divertimento spontaneo, naturale, godendo della tranquilla bellezza dell’arte e della natura.

Da non perdere la Collodi butterfly house. Sul lato orientale del complesso, lì dove una volta c’era una serra, di recente è stato inaugurata la casa delle farfalle. Una iniziativa che conferma la vocazione naturalistica dell’edificio, creando le condizioni ambientali necessarie per ospitare 5mila esemplari a fini di catalogazione ed esposizione museale. Un cubo vetrato accoglie la vita delle farfalle, mentre un cubo in pietra, funge da ingresso, biglietteria e sala proiezioni per video introduttivi. Altra escursione dedicata ai più piccoli è quella allo zoo di Pistoia, struttura privata che si estende alla periferia della città di Pistoia su una superficie di oltre 7 ettari, ospitando 600 animali appartenenti alle classi dei mammiferi, uccelli, rettili ed anfibi, oltre a numerose piante di interesse floristico.

Bambini in viaggio: “mamma, guarda come mi diverto!”