Aerei: il migliore pasto servito a bordo è quello di Alitalia

Alitalia vince l’edizione 2016 del premio “Best Airline Cuisine”

Piatti gourmet a 10mila metri d’altezza. Se non come migliore compagnia aerea del mondo, la nostra Alitalia si distingue almeno per i pasti serviti a bordo. La nostra compagnia di bandiera ha vinto per il settimo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento “Best Airline Cuisine” assegnato dal mensile americano Global Traveler.

Quasi 30.000 frequent flyer si sono espressi sulle eccellenze dell’industria del turismo e dei viaggi, nell’ambito della ricerca “GT Tested Reader Survey Awards 2016”.

La conferma di questo prestigioso riconoscimento internazionale premia ancora una volta la compagnia aerea italiana per la qualità dei pasti offerti a bordo, per i selezionati abbinamenti con i migliori vini italiani e per l’impegno nell’ideare un menu che è espressione della migliore tradizione enogastronomica italiana, rivisitata in chiave moderna.

A bordo della Classe Business dei voli di lungo raggio si possono assaggiare diverse prelibatezze: dai mezzi ziti alla ‘liparota’, agli involtini di pesce spada con capperi di Pantelleria Igp, patate al rosmarino e caponata siciliana, dal prosciutto di San Daniele Dop servito con giardiniera di verdure, alla suprema di pollo al Montasio dop servita con patate in tecia e asparagi freschi, tipici piatti del Friuli Venezia Giulia.

Il menu è abbinato a una vasta scelta di vini italiani, selezionati dal sommelier ufficiale di Alitalia e offerti a bordo dall’assistente di volo responsabile di cabina, formato presso la Fondazione Italiana Sommelier.

Aerei: il migliore pasto servito a bordo è quello di Alitalia