Dividiamo? Sì grazie. Come organizzare il budget in un viaggio di coppia

Prima di prenotare un viaggio con il proprio partner, c'è un aspetto con il quale dobbiamo necessariamente confrontarci: i soldi

Organizzare un viaggio di coppia è già di per sé un’esperienza gratificante e unica, del resto chi non ha voglia di condividere un momento così importante e significativo come questo, dall’inizio alla fine, con la propria metà della mela? Però, dobbiamo dirvi, che nell’idillio e nell’entusiasmo dell’organizzazione c’è un aspetto, per molti fastidioso, con il quale dobbiamo necessariamente confrontarci, ed è quello relativo al budget.

Sì perché partire con un partner che guadagna molto di più di noi, o molto meno, può creare imbarazzi e trasformare l’esperienza di viaggio in un vero e proprio disastro. Nessuno, del resto, vorrebbe trovarsi a discutere per soldi nel bel mezzo di un safari o di un escursione. E su questo siamo tutti d’accordo.

Le finanze sono al centro dell’organizzazione di un viaggio. Del resto è così anche per gruppi di amici che si apprestano a partire per una vacanza condivisa e che hanno dei budget differenti. Rinunciare a un viaggio, infatti, non è l’unica soluzione a disposizione, ma occorre essere sinceri sin da subito.

Se per esempio in una coppia, uno dei due guadagna 60000 euro l’anno, e l’altro 20000, va da sé che l’esperienza di lusso che può permettersi uno, diventa ingestibile per l’altro. Dividere le spese di viaggio a metà è giustissimo, ma lo è altrettanto assicurarsi del fatto che stia nelle possibilità di entrambi i partner farlo a quel prezzo.

Quindi no, non dobbiamo cedere all’imbarazzo quando discutiamo delle spese di un viaggio durante l’organizzazione perché questo è un aspetto necessario per poter partire in serenità e senza pensieri.

Anche perché per molti di noi, il viaggio è una parte fondamentale della nostra vita, quello che più ci rappresenta e che dà nuovi stimoli alla nostra esistenza. Quindi al di là delle spese da sostenere per un volo aereo o per il noleggio di un’auto, è importante stabilire anche le esperienze da condividere una volta arrivati a destinazione perché potrebbero non essere a portata di tutti.

La psicologia insegna che la comunicazione e il dialogo sono alla base di ogni rapporto e non dobbiamo dimenticarcene quando stiamo organizzando la vacanza perfetta, avventurosa o romantica con il nostro partner.

Per una coppia è necessario affrontare una conversazione aperta e onesta sulla questione del budget a disposizione prima di prenotare il viaggio. Così uno saprà cosa l’altro può permettersi e viceversa e non si creeranno fastidiosi fraintendimenti.

Nella maggior parte delle volte si opta per una divisione al 50% che metta d’accordo entrambi i partner, altre volte chi guadagna di più può pensare di farsi totalmente carico di determinate esperienze, e non c’è niente di male. L’importante è parlarne sempre in anticipo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dividiamo? Sì grazie. Come organizzare il budget in un viaggio di cop...