Viaggio a Ustica, l’isola sicura e sostenibile

Scopri il paradiso incontaminato e Covid free

Una meta ideale di fine estate, per una partenza all’insegna del relax e della vacanza sostenibile: Ustica, la perla nera del Mediterraneo è una destinazione green tutta da scoprire. Selvaggia, autentica e circondata da un mare cristallino, l’isola al largo di Palermo è famosa per le sue imponenti rocce laviche dal colore bruno, e per la natura incontaminata. Lontana dalle rotte del turismo di massa, questo lembo di terra vulcanica baciata dal vento si presenta come una piccola macchia verde che galleggia su un mare blu cobalto. Un vero e proprio paradiso grande appena otto chilometri quadrati, o poco più, in cui si concentrano calette idilliache, grotte, insenature, gente genuina, casupole ricoperte da murales e buon cibo.

Cose da non perdere a Ustica

Scoprire l’isola regala emozioni. Si parte dal centro abitato di Ustica, affacciato su Cala Santa Maria, nota per il suo promontorio, e disposto ad anfiteatro. Il pittoresco porticciolo e le case colorate attendono i turisti che sbarcano dai traghetti. Passeggiare per le vie di Ustica è come visitare un museo di street art: si possono infatti ammirare moltissimi murales, trompe-l’oeil, ritratti, e dipinti che decorano le pareti delle case, come quelli di Salvatore Fiume.

Il patrimonio naturalistico di Ustica si chiama Riserva naturale Isola di Ustica, un ecosistema di oltre 15mila ettari dove trovare distese di Posidonia oceanica, e una densa popolazione di cernie, tonni, ricciole, occhiate, polpi, aragoste, e barracuda. Per godere di un panorama davvero mozzafiato, le mete sull’isola sono: la Rocca della Falconiera, sito archeologico di età romana a 157 metri di altezza a picco sul mare, e la Guardia dei Turchi, ossia la vetta del vulcano che si trova al centro dell’isola, e raggiunge i 244 metri di altezza. Tra viti e pale di fichi d’india, si raggiunge la cima e si contempla la meraviglia.

Il mare più bello: dove andare?

Ustica è il paradiso dei sub: qui i fondali sono una vera e propria meraviglia. I colori incredibili e la ricchezza della flora e della fauna marina costituiscono il patrimonio dell’ area marina protetta salvaguardata dal territorio. Visitare la grotta dell’Acqua, meglio conosciuta come grotta azzurra, ad esempio, è un’esperienza imperdibile: all’interno la luce del sole riflette l’azzurro del mare che colora le stalagmiti secolari al suo interno. Da visitare anche la Grotta della Segreta, la più grande dell’isola. Ci sono poi le spiagge, selvagge e incontaminate. Ai piedi del Faro di Punta Cavazzi in contrada Spalmatore il mare è cristallino e poco profondo, Cala S. Maria (adatta a famiglie con bambini), Cala Sidoti e Caletta dello Spalmatore, nella zona della Riserva Naturale, famose per la sabbia scura e per lo snorkeling.

Ustica: meta sicura e Covid Free

Non solo mare, passeggiate ed esperienze autentiche per un vacanza dal gusto semplice e dai ritmi lenti: Ustica è Covid Free. Sull’isola, infatti, quasi il 100% degli abitanti è immunizzato (Ustica 91,84% con prima dose, immunizzati 88,10%, rimanente 8% giovani e non vaccinabili).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio a Ustica, l’isola sicura e sostenibile