I paesi più belli delle Langhe

Si possono visitare i tanti castelli che punteggiano le colline oppure le ricchissime cantine

Gli americani la chiamano la Food Valley, perché nelle Langhe il cibo è un culto. Questa è la stagione migliore per girare tra le innumerevoli trattorie tipiche e gustarsi funghi e tartufi, con i colori dell’autunno che infiammano le vigne e le castagne che riempiono i boschi.

Questa piccola zona del Piemonte vale la pena di essere visitata, per un lungo weekend magari oppure per una gita di giornata in moto, per ammirare al meglio i bellissimi paesaggi.

Si possono visitare i tanti castelli che punteggiano le colline, da quello di Grinzane a quello di Monticello d’Alba, oppure le ricchissime cantine, spesso aperte al pubblico. Da quelle del Dolcetto di Dogliani a quelle di Barolo, tradizionali e hi-tech insieme, modernissime eppure ben integrate nell’ambiente senza disturbare il panorama. Oppure, partendo da Alba, si può salire verso l’Alta Langa, quella meno battuta, sulle tracce dei magnifici libri di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio.

C’è Bergolo, il paese tutto di pietra; Neive, con le sue trattorie; Dogliani, col mercato contadino del martedì; Monforte e Barolo, con le case vinicole; Bossolasco, col suo delizioso centro storico tutto punteggiato di rose; Murazzano, celebre per la torre medievale e il formaggio; la piccolissima San Bendetto Belbo, dove Fenoglio trascorreva le vacanze da ragazzo a casa di una zia; Mombarcaro, la vetta delle Langhe, il paesino più alto da cui, nelle giornate nitide, qualcuno riesce anche a scorgere il mare.

E poi ci sono i piatti tipici: i tajarin all’uovo, gli anolotti del plin (piccolissimi, un vero lavoro certosino) con il sugo d’arrosto o burro e salvia, il brasato al barolo, il fritto misto alla piemontese, la salsiccia di Bra (di manzo), i formaggi, la tartare tagliata al coltello e i dolci…

Un pasto nelle Langhe lo si ricorda sempre con piacere, per la genuinità degli ingredienti, l’amore per la tradizione e la cura in ogni dettaglio. Preparatevi a una serie infinita di antipasti, deliziosi e assolutamente irrinunciabili. In Langa non si va a mangiare un boccone e via, ci si ferma per consumare una vera e propria esperienza sensoriale. Indossate pantaloni larghi…

I paesi più belli delle Langhe