Alla scoperta delle bellezze nascoste nei dintorni di Verona

Quando si parla di Verona, le immagini che vengono alla mente riguardano soprattutto il centro storico, con la sua maestosa Arena, il romantico balcone di Giulietta e l’affollata Piazza delle Erbe. Pochi però conoscono anche i suoi dintorni, altrettanto pieni di bellezza, cultura e natura.

Innanzitutto, per godere del clima mite e del paesaggio, bisogna spostarsi ad Ovest, sulla riva veronese del Lago di Garda. Tutti i paesi che vi si affacciano sono degni di almeno una sosta, iniziando da Peschiera del Garda per risalire attraverso Lazise, Bardolino, Garda, Torri del Benaco, Brenzone e Malcesine. Inoltre, qui accanto si può scalare il Monte Baldo, dove ammirare la grande varietà di flora e fauna, con probabili avvistamenti dell’aquila reale e, forse, di un orso bruno, o almeno del suo passaggio. A seconda della stagione in cui lo visiterete, si può sciare in molte stazioni sciistiche e per i più religiosi una tappa fondamentale sarà il Santuario della Madonna della Corona, nel territorio di Caprino Veronese.

La zona della Valpolicella è conosciuta soprattutto per l’ottima e raffinata produzione di vini, rinomati in tutto il mondo e con denominazione DOC. A parte il paesaggio collinare disseminato di vigneti, richiamano l’attenzione del turista le numerose ville, denominate “ville venete” per designare un certo tipo di residenza nobiliare costruita durante il dominio della Repubblica di Venezia e che diventeranno famose con l’architetto Andrea Palladio. Dal 1979, grazie all’Associazione Ville Venete (AVV), è possibile intraprendere un percorso che permette di visitarle tutte e in molti casi anche di soggiornarvi, per sentirsi almeno un giorno come un nobile.

Il parco più bello d’Italia si trova a pochi chilometri da Verona. Si tratta del parco giardino Sigurtà, a Valeggio sul Mincio. Copre più di 600.000 metri quadri e comprende diverse attrazioni naturalistiche, come il labirinto, migliaia di esemplari di tasso e vari laghetti. Durante l’anno, si possono osservare molte fioriture, come quelle degli iris e delle rose, che formano la conosciutissima Via delle Rose, simbolo del parco. Inoltre, per quanto riguarda l’architettura, si possono ammirare il Castello Scaligero, anche se solo in lontananza, la Meridiana Orizzontale e il belvedere di Romeo e Giulietta. Infine, per entrare ancora di più in contatto con la natura, si può visitare la Fattoria di Tà, nella parte agricola del giardino, ottima per le gite in famiglia e intrattenere i più piccoli.
Immagini: Depositphotos

Alla scoperta delle bellezze nascoste nei dintorni di Verona