Boeing, il nuovo 737 MAX mette le ali

Il 29 gennaio è decollato per la prima volta il nuovo modello del colosso americano

Incalzata dal consorzio europeo Airbus, sempre pronto a presentare nuovi aeromobili destinati all’aviazione civile per il trasporto di viaggiatori e merci, il colosso americano Boeing non resta indietro e presenta il nuovo aereo denominato 737 MAX.

La Boeing è il primo produttore di aeroplani del mondo. Presenta un fatturato vicino agli 82 miliardi di dollari l’anno, ha un bacino di 172 mila dipendenti ed è operativa anche nei settori aerospaziale e militare. Non esiste compagnia aerea che lavori nel trasporto passeggeri che oggi non sia dotata di aerei Boeing, in quanto garantiti da grande affidabilità e prezzo concorrenziale. L’ultimo arrivato è il 737 MAX, che improntato sulla linea delle precedenti versioni di 737, introduce importanti novità tecniche.

Il nuovo Boeing 737 MAX sarà dotato di due motori CFM International LEAP-1B, più grandi ed efficienti dei motori che allestivano le precedenti versioni di 737. La capienza varia a seconda delle versioni prodotte tra i 126 ed i 180 passeggeri. La disposizione resta ad unico corridoio centrale.

Con la versione MAX il 737 è arrivato alla sua quarta generazione (il primo 737 voló per la prima volta quasi cinquanta anni fa), tra le novità introdotte in questa ultima versione troviamo l’illuminazione completamente a led, piccole novità nell’avionica e aggiornamenti del sistema fly by wire.

Il nuovo 737 consentirà di una riduzione dei consumi di carburante pari al 20% rispetto alla precedente generazione, inoltre, grazie a questa maggiore efficienza, potrà estendere la propria autonomia in volo, arrivando a coprire un range di 6500 km, oltre 1000 in più delle precedenti versioni.

Ad oggi sono già oltre tremila i 737 MAX ordinati alla Boeing nelle quattro differenti versioni predisposte dall’azienda. I primi ad ordinare una fornitura di aerei sono stati, già nel 2012, gli statunitensi della Southwest Airlines con ben 150 velivoli ordinati. In testa agli ordinativi per numero c’è invece una compagnia indonesiana, la Lion Air, con oltre 200 aerei ordinati.

Il primo volo del 737 MAX, durato circa due ore da un’aeroporto nello Stato di Washington a Seattle effettuato ad un’altitudine di circa 7 mila metri ad una velocità controllata, che dal giudizio dei tecnici coinvolti nella prova risulta essere andato alla perfezione, rappresenta un’ottima notizia non solo per la Boenig, ma anche per le compagnie aeree che hanno già messo in ordine l’aeromobile ed attendono per il 2017 le prime consegne.

 

Boeing, il nuovo 737 MAX mette le ali