3 modi per risparmiare con le tariffe telefoniche quando sei all’estero

Bastano pochi accorgimenti per risparmiare trovando il piano tariffario migliore durante un viaggio in un altro Paese

Problemi con l’utilizzo del telefono durante i viaggi all’estero? Niente paura, seguendo dei piccoli accorgimenti si può evitare di sottoscrivere un piano dati internazionale o pagare costose tariffe di roaming che possono raggiungere tranquillamente 10 $ al giorno. Come funziona: Se avete bisogno solo di controllare la posta elettronica e social media di tanto in tanto, l’opzione più economica è quella di disattivare i dati del tutto e utilizzare il Wi-Fi, in albergo di notte e nelle aree free di giorno: si potrà accedere all’email, Twitter, Facebook, altri social media ed internet in generale.

Se volete effettuare chiamate e mandare SMS, però, dovrete utilizzare la stessa applicazione dei vostri cari, come iChat e FaceTime (per gli utenti di iPhone), o Google Hangouts, WhatsApp , Viber e Skype, per qualsiasi altro tipo di telefono. Esistono inoltre applicazioni acquistabili a piccoli prezzi che ci consentono di risparmiare grandi cifre: Stay.com offre mappe con elenchi di ristoranti e hotspot Wi-Fi gratuiti, mentre Maps.me contiene mappe scaricabili per più di 345 paesi.

Per i viaggiatori che necessitano di chiamate e dati per un periodo più lungo, è consigliabile affidarsi ad una scheda SIM locale, scambiandola con quella esistente. Prima di partire bisogna chiamare il gestore per eseguire l’operazione: arrivati a destinazione è possibile comprare una SIM card presso i rivenditori automatici dell’aeroporto o negozi di elettronica della città. Nella maggior parte dei paesi Europei, il costo si aggira intorno ai 45 $ per una SIM che include un pacchetto di minuti e dati: per ognuno dei viaggi all’estero è necessaria una card separata.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

3 modi per risparmiare con le tariffe telefoniche quando sei all&#8217...