Lago Mashū: lo specchio d’acqua più limpido e maledetto del Giappone

Spesso avvolto dalle nebbie, il "lago degli dei" è lo specchio d'acqua maledetto del Giappone

In Giappone, nella regione di Hokkaidō, sorge uno splendido specchio d’acqua di origine naturale, che possiede una storia affascinante e tenebrosa. Stiamo parlando di Mashū-Ko, conosciuto anche come lago Mashū: è il più limpido del mondo, un record che vanta ormai da tanti decenni.

Ma non solo, perché secondo le leggende sarebbe anche un lago maledetto, e i visitatori si recano ad ammirarlo a loro rischio e pericolo. Il lago Mashū si trova nel territorio del parco nazionale di Akan, uno dei più grandi e antichi del Giappone. Questa area è ricca di foreste e di vulcani, tra cui spicca proprio il vulcano Mashū, oggi inattivo. All’interno della sua caldera tanti secoli fa si è formato uno specchio d’acqua craterico che è ben presto divenuto famoso in tutto il mondo.

Le acque del lago Mashū sono infatti così cristalline che, nel 1931, la visibilità si attestava a ben 40 metri di profondità, strappando il primato precedentemente detenuto dal lago Baikal. A renderlo così limpido è una serie di fattori molto particolari: si trova infatti a oltre 350 metri sul livello del mare e non ha immissari o emissari, venendo alimentato unicamente da acqua piovana e da acque di fusione. Inoltre non ospita forme di vita, che siano vegetali o animali.

lago Mashū

Il lago Mashū – Ph. azuki25 (iStock)

Ma da qualche decennio a questa parte la situazione è cambiata. Con l’introduzione di due specie di trota e con l’inquinamento atmosferico in costante crescita, la limpidezza delle sue acque è diminuita. Oggi la visibilità è di circa 20 metri di profondità, ed è probabile che peggiorerà in futuro. Tuttavia, ciò non diminuisce il suo fascino incredibile che l’ha reso così famoso. Il lago Mashū è conosciuto per essere il più maledetto di tutti i tempi. A contribuire a questa leggenda, la fitta coltre di nebbia che costella praticamente in maniera costante la sua superficie.

Secondo l’antica tradizione giapponese, questo specchio d’acqua è il “lago degli dei”. In molti vi si recano il più vicino possibile per trarne ispirazione e forza nei momenti difficili della loro vita, perché qui risiede uno spirito femminile particolarmente importante. Ma vedere le sue acque è pericolosissimo: la leggenda narra infatti che chi oserà tanto vivrà una grande sfortuna (gli uomini vedranno la loro carriera interrompersi e le donne avranno figli solo in tarda età). È probabile che questa storia misteriosa derivi dalla difficoltà con cui si può arrivare ad ammirare il lago, che è praticamente inaccessibile – è circondato da pareti vulcaniche di 200 metri.

Per preservare le sue acque incontaminate, le autorità giapponesi hanno vietato l’accesso alle rive del lago Mashū, ma i più intrepidi possono godere della sua splendida vista possono percorrere un affascinante sentiero escursionistico dal quale lo sguardo può arrivare ai confini del cratere vulcanico. E voi, siete pronti ad immergervi in uno dei luoghi più suggestivi e maledetti del Giappone?

Il lago Mashū

Il lago Mashū – Ph. makafushigi (iStock)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lago Mashū: lo specchio d’acqua più limpido e maledetto del&nb...