Riapre a tutti i viaggiatori anche questo Paese da sogno

Dopo più di due anni, il turismo torna a riprendere nuovo slancio: e tra pochi giorni un altro Paese meraviglioso riaprirà le frontiere ai viaggiatori

Foto di Giulia Sbaffi

Giulia Sbaffi

Web Content Editor

Appassionata di storie e di viaggi, scrivo da quando ne ho memoria. Quando non sono in giro o al pc, riempio di coccole i miei amati gatti.

Manca davvero poco alla riapertura delle frontiere di quella che è da tutti considerata una destinazione da favola. Sono passati più di due anni da quando, a causa dell’emergenza Covid, gran parte del mondo ha chiuso i propri confini ai turisti per evitare il diffondersi della pandemia, ma finalmente le cose stanno cambiando. E mentre i viaggi ripartono, sempre più Paesi tornano ad accogliere i visitatori, seppur mantenendo alcune misure di sicurezza così da ridurre il rischio di recrudescenza del virus.

Il Giappone riapre le frontiere a tutti i viaggiatori

Ora è tempo, per i turisti, di tornare in Giappone: con le sue infinite bellezze, tra città futuristiche e incantevoli paesaggi naturali, si attesta da sempre una delle destinazioni più amate dai viaggiatori. Tuttavia, negli ultimi due anni le autorità hanno imposto norme anti-Covid molto restrittive, arrivando a chiudere i confini a tutti i visitatori in arrivo per motivi turistici (decisione condivisa, d’altronde, con gran parte dei Paesi in tutto il mondo). Ora che l’emergenza si sta pian piano stemperando, anche le misure di sicurezza nei confronti dei turisti si sono allentate.

Negli ultimi mesi, una prima graduale riapertura delle frontiere ha visto i viaggiatori tornare timidamente alla scoperta del Giappone. Il governo ha optato per la sospensione del regime di esenzione dal visto, che in precedenza permetteva ai cittadini di numerosi Paesi (tra cui anche l’Italia) di poter entrare in territorio giapponese senza bisogno di autorizzazione. Per ottenere il visto turistico, i visitatori devono dimostrare che il loro viaggio nel Paese del Sol Levante sia stato organizzato attraverso agenzie o tour operator giapponesi. Inoltre è obbligatorio effettuare un tampone molecolare entro le 72 ore precedenti la partenza.

Booking.com

Ora le cose stanno per cambiare: a partire dall’11 ottobre 2022, il governo allenterà le misure di sicurezza riaprendo di fatto i confini del Giappone a tutti i viaggiatori. “Questa riapertura rappresenta un nuovo inizio per il Giappone, ed è in tale ottica che JNTO [l’Ente Nazionale del Turismo Giapponese, nda] intende rinforzare le proprie attività promozionali nonché la collaborazione con tutti i partner del settore” – ha affermato Satoshi Seino, presidente di JNTO. Ma quali sono le nuove regole per entrare nel Paese?

Cosa sapere per viaggiare in Giappone

A partire dal prossimo 11 ottobre, verrà meno la revoca del regime di esenzione del visto: questo significa che tutti i cittadini italiani (così come quelli degli altri Paesi coinvolti dalla normativa) potranno varcare i confini giapponesi senza dover precedentemente chiedere un’autorizzazione. In questo caso, il principale cambiamento riguarda la possibilità di tornare ad organizzare un viaggio in autonomia, senza bisogno di rivolgersi obbligatoriamente ad un’agenzia o ad un tour operator (ancor meno se solo operanti in Giappone).

Rimangono tuttavia in vigore alcune misure di sicurezza volte ad evitare una nuova diffusione del virus. In particolare, i turisti dovranno mostrare il certificato vaccinale completo delle tre dosi effettuate (o del monodose Johnson & Johnson + booster). In alternativa, è obbligatorio effettuare un tampone molecolare almeno 72 ore prima dell’ingresso nel Paese. Dal momento che il Giappone non riconosce il certificato di guarigione come equivalente ad una dose vaccinale, chi è guarito dal Covid e non ha effettuato la terza dose del vaccino dovrà obbligatoriamente sottoporsi al tampone.