Vacanze a Ferragosto: le mete last minute dove andare

Se siete tra quelli che, indecisi fino all’ultimo, non hanno ancora organizzato le vacanze di agosto, ecco alcune dritte

Se siete tra quelli che, indecisi fino all’ultimo, non hanno ancora organizzato le vacanze di agosto, ecco alcune dritte per trovare un posto last minute senza svenarvi e le mete dove andare.

Per trovare l’offerta migliore, partite con le idee chiare: scegliete la località dove volete andare e, dopo aver scandagliato i motori di ricerca e i social per trovare l’hotel che più vi aggrada, andate direttamente sul sito web dell’albergo per cercare una camera, oppure telefonate, per fare prima. Spesso le migliori offerte vengono fatte ai clienti che prenotano direttamente, con tariffe convenienti o con upgrade di stanza.

Se cercate posto tra le località delle vacanze più gettonate, inoltre, rischiate di perdere tempo inutilmente. Il consiglio migliore è quello di andare dalla parte opposta rispetto alla massa. Se tutti vanno al mare optate per la montagna; se tutti vanno in montagna puntate verso le colline o i laghi. Avrete più chance di trovare posto e di non incontrare folle di turisti e anche i prezzi dei ristoranti o delle attrazioni saranno più contenuti.

E ora veniamo alle mete. Secondo una recente indagine condotta da Momondo, la meta last minute più conveniente dove andare anche a Ferragosto è Roma, dove il costo medio giornaliero ammonta a 67 euro. Pochissimo, se si considera che è una delle città più belle al mondo. Segue una città europea, Parigi, raggiungibile con un costo medio di 95 euro. Anche d’estate, la Capitale francese ha molto da offrire ai turisti. Oltre ai classici “must see”, ci sono infiniti spunti culturali, appuntamenti artistici e sempre nuovi scorci per scoprire la città.

Un modo per trovare sempre un letto dove dormire e un posto dove stare in vacanza è noleggiare un camper. Tra alberghi al completo e trasporti con prezzi esorbitanti, organizzare le ferie all’ultimo minuto può essere impegnativo, ma muoversi su quattro ruote permette di evitare la ricerca di un alloggio, di ridurre i costi e di spostarsi in totale libertà, senza prenotazioni e senza tappe obbligate.

Trovare un camper anche all’ultimo non è difficile: esiste, infatti, la piattaforma di camper sharing Yescapa che mette in contatto i privati che, per qualche motivo, non utilizzano la loro “casa mobile” e che la noleggiano. I posti migliori dove andare con un camper sono quelli a contatto con la natura (nelle città è difficile che lascino parcheggiare un camper, serve sempre un vero camping a portata di mano). Ecco allora che i parchi nazionali sono il posto ideale. Tra i meno conosciuti e, quindi, meno affollati ci sono il Parco Nazionale della Val Grande, in Piemonte, è stato definito la zona selvaggia più estesa delle Alpi. All’interno del parco non ci sono veri e propri centri abitati, l’unico è quello di Cicogna, che conta meno di 20 abitanti. Tra bivacchi, rifugi, sentieri, fontane e antiche carbonaie e teleferiche, è un posto meraviglioso.

Bellissimo e selvaggio è, invece, il Parco Nazionale dell’Aspromonte, in Calabria. Per chi ama camminare, ci sono tanti sentieri da percorrere, come il Sentiero dei Greci o quello che porta alla Cascata di Salino. E poi, comprende diversi borghi, come Bagaladi, dove si può scoprire la storia dell’olio d’oliva calabrese, San Giorgio Morgeto, che vanta il vicolo più stretto d’Italia, e Bova, con la sua vecchia locomotiva a vapore esposta in piazza.

vacanze-ferragosto-last-minute

Vacanze a Ferragosto: le mete last minute dove andare