Costa Smeralda: la nave da crociera è una “smart city”

Salpa la nuova ammiraglia di Costa Crociere per il primo viaggio in partenza da Savona

Salpa la nave da crociera Costa Smeralda, la nuova ammiraglia di Costa Crociere che entra in servizio il 21 dicembre, con la partenza della sua prima crociera da Savona. Non è una nave come le altre. La Costa Smeralda è la prima a essere alimentata sia in porto sia in navigazione a Lng, gas naturale liquefatto.

La nave è partita dai cantieri Meyer di Turku, in Finlandia, dove è stata costruita. La sua prima tappa è stata Barcellona, dove ha fatto il primo rifornimento di Lng. L’utilizzo dell’Lng nel settore delle crociere è una vera e propria innovazione a livello mondiale. Assicura un basso impatto ambientale e un miglioramento della qualità dell’aria. Permette di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossidi di zolfo (zero emissioni) e di particolato (con una riduzione del 95-100%), diminuendo significativamente anche le emissioni di ossido di azoto (meno 85%) e di Co2 (fino al 20% in meno).

Due dei serbatoi, lunghi 35 metri e con un diametro di 8 metri. hanno una capacità di circa 1.525 cubi ciascuno. Il terzo serbatoio, con un diametro di 5 metri e una lunghezza di 28 metri, ha un volume di circa 520 metri cubi. Tutti e tre sono stati costruiti con uno speciale acciaio “criogenico”, rivestiti poi con particolari materiali isolanti e collocati in appositi spazi protetti. Il rifornimento completo permette alla nave di avere un’autonomia di navigazione di almeno due settimane.

La Costa Smeralda è una vera e propria “smart city” itinerante. Oltre all’alimentazione a gas naturale liquefatto, la nave ha tutta una serie di innovazioni tecnologiche all’avanguardia, studiate per ridurre l’impatto ambientale. L’intero fabbisogno giornaliero di acqua viene soddisfatto trasformando direttamente quella del mare, tramite l’utilizzo di dissalatori.  Il consumo energetico è ridotto al minimo grazie a un sistema di efficientamento energetico intelligente.

Inoltre, viene effettuato un processo di razionalizzazione della plastica monouso, che sulle navi Costa è stata già stata eliminata da anni per la maggior parte degli utilizzi nella ristorazione e sostituita con materiali alternativi. Una volta esteso all’intera flotta, questo processo porterà a ridurre di oltre 50 tonnellate l’anno il consumo di plastica, anticipando gli obiettivi della Direttiva Europea. A bordo verrà effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio.

Sarà dedicata grande attenzione anche al tema del cibo, con il programma 4GOODFOOD, dedicato alla riduzione degli sprechi alimentari e al recupero delle eccedenze per fini sociali, distribuendo le eccedenze alimentari ad associazioni caritative selezionate in ogni porto di scalo compreso nell’itinerario.

Ma la Costa Smeralda non è solo tecnologica e green, è un vero e proprio omaggio al meglio dell’Italia. A partire dal nome, che rimanda a una delle più belle zone turistiche della Sardegna, al nome dei ponti e delle aree pubbliche, tratti da famose località e piazze italiane. Da Palermo (ponte 4) fino a Trieste (ponte 20), questa nave da crociera è un vero e proprio tour nel Belpaese.

Il design della nave è il risultato di un progetto creativo unico, curato da Adam D. Tihany, nato per esaltare e far vivere il meglio dell’Italia. Per realizzarlo. Tihany si è avvalso della collaborazione di un pool internazionale di quattro prestigiosi studi di architettura, Dordoni Architetti, Rockwell Group, Jeffrey Beers International e Partner Ship Design, chiamati a disegnare le diverse aree della nave. Tutto assolutamente Made in Italy: arredamento, illuminazione, tessuti e accessori, disegnati appositamente per questa nuova ammiraglia da 15 aziende altamente rappresentative del design italiano: Cappellini, Cassina, Dedar, Driade, Emu, Flos, FontanArte, Kartell, Molteni&C, Moroso, Paola Lenti, Poltrona Frau, Rosa, Rubelli, Alessi.

Il design italiano è protagonista anche nel CoDe – Costa Design Museum, il primo museo realizzato a bordo di una nave da crociera, curato da Matteo Vercelloni. Lo spazio si sviluppa su 400 metri quadrati ed è pensato per cogliere lo spirito del “gusto italiano” attraverso più di 470 pezzi.

La nuova ammiraglia propone tantissime novità anche per l’intrattenimento. Ci sono diversi spettacoli e attività studiati appositamente per Costa Smeralda. Gli ospiti, per esempio, possono provare l’emozione di essere al centro di uno spettacolo con le performance di ballerini pop e hip-hop, artisti acrobatici, digital games, party tematici, virtual band, il talent “The Voice of the Sea” e il Trilogy Show.

Il cuore della Smeralda è il Colosseo, un teatro al centro della nave sviluppato su tre ponti. Gli schermi luminosi, posizionati sia sulle pareti sia sulla cupola, offrono la possibilità di creare una storia diversa in ogni porto di scalo e in ogni momento della giornata. Intorno alla piazza si affacciano alcuni dei principali lounge bar a tema, ammirando il mare dalla grande parete a vetrate.

Piazza di Spagna, invece, è una grande scalinata affacciata a poppa, che occupa tre ponti, con una balconata all’aperto sull’ultimo ponte il cui pavimento di cristallo fa vivere l’emozione di volare sul mare. Piazza Trastevere, a prua, è il punto di incontro di tre diverse esperienze a bordo: shopping, degustazione, con bar come Il Bacaro veneziano o la Gelateria Amarillo, e intrattenimento con acrobati e animatori, artisti di strada e musicisti. Un altro punto panoramico è la b, che raggiunge il punto più alto della nave a 65 metri d‘altezza.

A bordo c’è anche l’AcquaPark, con uno scivolo posizionato sul ponte più alto, il Teatro Sanremo, che di notte diventa discoteca, il jazz club “Quelli della Notte” e la sala giochi. Le aree dedicate ai bambini e ragazzi sono completamente rinnovate, con un Baby Club per i bambini sotto i tre anni.

Persino l’offerta gastronomica è unica, con ben 16 ristoranti e aree dedicate alla gastronomia, con un menu studiato dal pluri stellato chef Bruno Barbieri. E poi la Pizzeria Pummid’Oro, il giapponese Teppanyaki, Tutti a tavola – il primo ristorante dedicato alle famiglie con bambini sul ponte 16, proprio a fianco dell’area giochi -, e il Ristorante LAB, dove sperimentare le proprie abilità in cucina sotto la guida degli chef.

A bordo delle nave ci sono addirittura 19 bar, tra cui alcuni tematici aperti in collaborazione con alcuni partner italiani, come il primo illy Caffè sul mare, il Campari Bar, l’Aperol Spritz Bar e il Ferrari Spazio Bollicine.

Non manca l’area relax, la Solemio Spa, con salone di bellezza, sauna, hammam, una piscina talassoterapica, 16 sale trattamenti (anche per ragazzi) ispirati alla tradizione mediterranea, come il massaggio al rosmarino e timo o lo scrub al limoncello, e le stanze del sale e della neve.

La palestra Virtus Gym è attrezzata con le ultime macchine Technogym: gli ospiti possono scegliere se allenarsi liberamente oppure con l’aiuto di un personal trainer, partecipare a lezioni di group cycling o rilassare il corpo con yoga e pilates.

Per rilassarsi e godersi il sole durante la navigazione ci sono anche quattro piscine, di cui una coperta con acqua salata, e il beach club, che ricrea l’atmosfera di una vera e proprio stabilimento balneare.

Ma veniamo alle cabine per gli ospiti. Confortevoli ed eleganti, anche le camere rispecchiano perfettamente lo stile e il gusto italiano. Gli spazi sono stati progettati dallo studio milanese Dordoni Architetti e ripercorrono i colori e le geometrie delle città di riferimento di ogni ponte. La nuova categoria di camere con “terrazza sul mare” offre una splendida dependance dove fare colazione, sorseggiare un aperitivo o semplicemente godersi il rumore delle onde. Le camere sono in tutto 2.612 e può ospitare fino a 6.554 passeggeri. Di queste, 28 sono suite, 106 camere con terrazza, 1.522 camere con balcone, 168 camere esterne e 788 camere interne. La Costa Smeralda è una nave da 185mila tonnellate di stazza, lunga 337 metri. Oltre agli ospiti a bordo ci sono 1.678 membri dell’equipaggio.

Da Savona la nave dove partirà per la sua prima crociera di una settimana alla volta del Mediterraneo occidentale e toccherà Marsiglia, Barcellona, Palma di Maiorca, Civitavecchia e La Spezia. Nell’estate 2020 l’itinerario, sempre di una settimana, toccherà Cagliari al posto di La Spezia e durante l’inverno 2020/21 Cagliari sarà sostituita da Palermo.

Ci sono delle novità anche per quanto concerne le escursioni. Sulla Costa Smeralda, infatti, saranno disponibili gli “Adagio Tour”, un progetto nato dalla collaborazione tra l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e la Costa Crociere Foundation. Si tratta di escursioni di gruppo che permettono di visitare le destinazioni comprese nell’itinerario con ritmi più lenti e maggiore tempo a disposizione e, per questo, sono indicate a persone con disabilità motorie, genitori con bambini in passeggino e ospiti anziani.

@MSC Crociere

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Costa Smeralda: la nave da crociera è una “smart city&#822...