Sabbie mobili, le peggiori al mondo

Casi esemplari: l'isola olandese di Texel, la costa settentrionale della Francia e le paludi alle Everglades in Florida

Le sabbie mobili non sono un fenomeno della fantascienza, anche se hanno ispirato molte scene di film drammatici,  ma un veropericolo di natura. Possono essere composte da un miscuglio di argilla e acqua, dolce o salata. I terreni favorevoli a questo fenomeno sono quelli degli esturali dei fiumi o le paludi.

Le sabbie mobili possono essere un vero e proprio pericolo mortale, quindi meglio tenersi alla larga dalle zone ad alto rischio. L’insidia maggiore non è quella di venire risucchiati dal fango, quanto piuttosto di non riuscire a venirne fuori da soli. Di solito sono necessarie forze notevoli per estrarre una persona dalla melma, le cause di morte sono piuttosto ascrivibili a fattori collaterali come la disidratazione oppure la fame.

Casi noti di sabbie mobili sono: le paludi alle Everglades in Florida, sull’isola olandese di Texel, nei dintorni della cittadina diFrederikshavn in Danimarca, in Inghilterra alla foce dei fiumi e sulle spiagge lungo la costa settentrionale della Francia. Caso esemplare è la baia in cui sorge l’isolotto di Mont Saint Michel, in Bassa Normandia, soggetta al fenomeno delle sabbie mobili.

VIDEO: Riserva naturale Salse di Nirano

Sabbie mobili, le peggiori al mondo