Lipari, la grande dell’arcipelago delle Eolie

E' la più grande delle Eolie, d'estate è resa vivace dall'avvento dei turisti. Dalle spiagge nere al castello a strapiombo

Lipari, l’isola vulcanica più grande dell’arcipelago delle Eolie, con Alicudi, Filicudi, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano si trova al largo della Sicilia settentrionale, di fronte alla costa tirrenica messinese.

E’ un’isola montuosa e le sue coste sono frastagliate, cosa che rende particolarmente suggestive le scogliere viste sia dal mare e sia da terra. I centri abitati sono appunto Lipari, Canneto, Acquacalda, Quattropani e Pianoconte. E’ modellata da dodici vulcani inattivi, che ne determinano la conformazione particolare e i colori di rocce e spiagge.

Lipari è il centro del turismo di tutto l’arcipelago, perché da qui è possibile muoversi, anche soltanto in giornata per visitare le altre località via mare con aliscafi e piccole imbarcazioni. Il centro di Lipari è caratterizzato dai vicoli che si dipartono dalla via principale, coi suoi suggestivi scorsi.

La particolarità di alcune spiagge è quella di possedere tra i suoi ciottoli la pietra pomice, che ne determina un colore grigio quasi bianco, che risalta l’azzurro dell’acqua, come il caso delle spiagge di Acquacalda e Canneto. A Punta Castagna si possono organizzare immersioni suggestive: il fondale è completamente cosparso di polvere bianca derivante dalle cave di pomici situate sulla costa.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lipari, la grande dell’arcipelago delle Eolie