Jet Lag: come fanno le hostess a gestirlo

I consigli delle assistenti di volo per combattere il fuso orario in viaggio

Vi sentite vacillare dopo un lungo volo in aereo per via del jet lag? Pensate cosa devono provare le hostess che volano tutti i giorni.

L’ex assistente di volo della Continental Airlines, Abbie Unger, ha raccontato all’Huffington Post che per lei l’incubo peggiore dei voli intercontinentali era il cambio di orario.
“Non ho mai lavorato un giorno dalle 9 alle 5 e quindi cercavo sempre di regolare il mio orologio biologico in base ai check-in della mattina e a quelli serali” ha spiegato.

Per aiutarsi a dormire in orari insoliti si aiutava con la melatonina. Cercava di fare qualche sonnellino prima di partire. Inoltre, per ovviare al problema di spostarsi tra diverse zone orarie cercava di dormire in stanze buie e di stare alla luce naturale del sole quando era sveglia, mangiando in modo sano e a sufficienza e facendo esercizio fisico

Abbie non è la sola ad avere avuto problemi di sonno. Secondo un recente studio condotto dalla IMPACT tra 470 assistenti di volo della compagnia aerea irlandese Aer Lingus è risultato che almeno un terzo di loro fa uso di qualche medicina almeno una volta alla settimana. Il 90 per cento ammette di avere problemi con il sonno e di dormire al massimo 6,72 ore a notte, benché la National Sleep Foundation consigli di dormire tra le 7 e le 9 ore agli adulti tra i 25 e i 64 anni.

“E’ una cosa normale” ha dichiarato il dottor Neil Kline, uno studioso del sonno dell’American Sleep Association. “Gli uomini sono abitudinari quando si tratta di orari. Il nostro orologio interno è regolato sulle 24 ore”. Tuttavia essere esposti alla luce del giorno ed essere obbligati a dormire a ore diverse rispetto a quelle a cui siamo abituati crea disturbi al nostro orologio interiore, motivo per cui ci sentiamo a disagio con il jet lag. Le medicine che aiutano a dormire, come la melatonina, servono a risettare l’orologio interno.

Non ci sono controindicazioni sul fatto di prendere medicine per dormire, se non il fatto che può accadere di avere sonno durante il giorno e di non rendere quanto si dovrebbe. Bisognerebbe però seguire alcune regole: non guardare la Tv a letto, non assumere caffeina nel pomeriggio, fare esercizio con regolarità, rilassarsi prima di andare a letto, per esempio, facendo un bel bagno caldo o una sessione di meditazione.

La melatonina è un ormone naturale che tutti noi produciamo e che indica al nostro corpo che è ora di dormire. Esiste anche nella forma sintetica per aiutare le persone contro gli effetti del jet lag o contro i problemi di sonno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Jet Lag: come fanno le hostess a gestirlo