Arrivano gli Autobook, le librerie viaggianti tra Cortina e Venezia

Sugli autobus arriva la possibilità di riscoprire la lettura grazie al progetto Autobook: ecco le linee su cui è attivo

C’è un iniziativa che da luglio ha cambiato il modo di viaggiare in autobus in Veneto: tutti coloro che scelgono questo mezzo di trasporto per muoversi tra Cortina e Venezia possono scoprire il piacere della cultura in viaggio, grazie al progetto Autobook, nato dalla collaborazione tra Cortina Express e l’associazione Bagus.

Ph. Bagus

Grazie a tre bus che si muovono su questa tratta (sia per il viaggio d’andata che per il viaggio di ritorno), i passeggeri possono usufruire di una vera e propria libreria viaggiante con numerosi titoli a bordo: nelle retine sul retro dei sedili, si troveranno libri e schede che spiegano le “buone maniere per l’utilizzo”.

Ma non aspettatevi titoli a caso: “I testi selezionati sono utili allo sviluppo di una nuova consapevolezza su tematiche importanti dei giorni d’oggi, come violenza di genere, disabilità, viaggiare, mangiare slow e rispettare l’ambiente”, si legge in una nota. Il progetto però non termina qui, perché sui pullman c’è anche uno spazio anche per la promozione del territorio di Cortina e delle sue realtà come quelle su Regole d’Ampezzo e Fondazione Cortina 2021 o come quella sul corretto atteggiamento sulle piste da sci: “La tua sicurezza sugli sci” di Francesco Persio.

Ph. Bagus

Tra i titoli troverete “Intelligenza emotiva” di Daniel Goleman e alcuni libri di chi collabora con Bagus, come quelli della formatrice emotivo-relazionale Cristiana Clementi, della professoressa Maria Rita Parsi e anche di alcuni testimonial come “Se ami qualcuno dillo” di Marco Bonini, “Un altro (d)anno” di Valentina Tomirotti, “Il Bracconiere” di Valentina Musmeci e alcuni testi vincitori del Premio Cortina d’Ampezzo organizzato da Una Montagna di Libri, degli anni precedenti.

Ci sono libri anche per i più piccoli come “I mini Montessori“, mentre per chi cerca un po’ di leggerezza si troverà una sezione più divertente con il libro del vignettista satirico Federico Palmaroli “Se, ciao core”.

“L’obiettivo è di sostenere il bisogno crescente di ritornare al passato e alle cose semplici. E cosa c’è di più semplice di un libro, il profumo della carta appena stampata, il rumore delle pagine che rincorrono la nostra lettura, e il ritrovare noi stessi all’interno di una storia”, concludono gli organizzatori, che hanno ottenuto già positivi riscontri per il progetto.

Ph. cookelma (iStock)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arrivano gli Autobook, le librerie viaggianti tra Cortina e Venez...