Come difendersi dalle 5 malattie delle vacanze

Come difendersi dalle 5 malattie delle vacanze? Meduse, funghi, infezioni batteriche e punture di insetti sono sempre in agguato, scopriamo come rimediare

Come si fa a difendersi dalle 5 malattie delle vacanze? Sfortunatamente virus e batteri non vanno mai in ferie e la possibilità di contrarre le classiche malattie delle vacanze, con il caldo, accresce notevolmente. In cima alla classifica vi sono sicuramente le infezioni provocate da batteri che, solitamente, prediligono colpire i bambini. Piuttosto contagiose, si presentano sotto forma di pustole la cui durata si estende per una settimana circa.

Per ovviare alle infezioni non dovrete far altro che procedere applicando delle pomate antibiotiche. Le micosi invece si presentano solitamente dopo aver frequentato bagni pubblici o ambienti collettivi quali ad esempio le piscine. Potrete riconoscerle facilmente in quanto caratterizzate chiazze rossastre che appaiono nella pianta dei piedi o sulle mani. La cura avviene localmente attraverso l’uso di pomate da applicare con cadenza quotidiana. Al fine di evitare di contrarre queste infezioni, vi basterà semplicemente usare delle infradito in gomma ogni qual volta vi troverete in luoghi pubblici quali docce o piscine.

Un altra malattia di tipica delle vacanze è la gastroenterite. Se dovreste contrarla, è consigliabile smettere di assumere bibite zuccherate che rischierebbero di peggiorare i sintomi tipici di tale malattia quali ad esempio la diarrea. Effettuare pasti leggeri e ridotti, idratarsi adeguatamente e stare alla larga dalle verdure non cotte. Tra le 5 malattie delle vacanze non potevano certo mancare le allergie provocate dalle punture di vespe, api o calabroni. Assolutamente da non prendere sottogamba, tali fenomeni potrebbero sfociare in shock anafilattici rischiando di mettere in grave pericolo la vita di chi ne viene afflitto.

Anche le meduse sono animali da tenere alla larga. Le loro punture sono alquanto dolorose ma, fortunatamente, non pericolose. Lenite il fastidio infilando il piede sotto la sabbia bollente, ma solo dopo aver accuratamente disinfettato la parte punta con dell’acqua salata. Sono da citare infine i malesseri dovuti ai colpi di calore che si sviluppano nei casi in cui il corpo di un soggetto presenti una temperatura esterna eccessivamente elevata. Tale fenomeno viene spesso accusato dai più piccoli che, proprio per la loro giovane erà, dovrebbero assolutamente evitare di prendere il sole nelle ore più calde senza protezione.

Come difendersi dalle 5 malattie delle vacanze