In vacanza nei Fiordi: prendi nota delle 5 cose da fare a Oslo

La costa selvaggia e le testimonianze dell'epoca vichinga fanno della capitale norvegese una città unica

Tra i fiordi e il verde, la costa e i pendii innevati, Oslo è una delle capitali europee più suggestive in assoluto. Un tempo nota come Christiania, oggi è la principale città della Norvegia, una metropoli che ha mille volti e che conquista col suo fascino decisamente atipico. Si divide con grande maestria tra i grattacieli, propri ovviamente della zona più moderna, e i quartieri in cui tutto racconta la straordinarietà dell’epoca vichinga. Offre, in quanto tale, tutto lo svago e l’intrattenimento di cui un turista va in cerca nel momento in cui si accinge a prenotare il suo prossimo viaggio.

Ma quali sono le 5 cose da fare assolutamente a Oslo, per assaporare un po’ della magica e tanto decantata atmosfera norvegese? Andiamo a scoprirlo.

Visitare lo Stortinget

Lo Stortinget è la sede del Parlamento norvegese, un imponente edificio in stile neoromanico costruito nel 1866. L’ingresso della struttura progettata dall’architetto Langlet è idealmente sorvegliata da due leoni in granito che portano, invece, la firma dello scultore Borch. Il palazzo è interamente rivestito di mattoni di arenaria ed è visitabile solo in parte: per poter ammirare i suoi interni e la sala del Parlamento, molto interessante dal punto di vista architettonico, è necessario recarsi all’ingresso in compagnia di una guida autorizzata, o durante il periodo estivo o, in alternativa, nella giornata di sabato.

Ammirare il Teatro dell’Opera

In riva al mare, nel bel mezzo della vivacissima area in cui si sviluppa il porto di Oslo, trova spazio il meraviglioso Teatro dell’Opera della capitale norvegese. Una struttura moderna e all’avanguardia, sovrastata da un tetto bianco spiovente che sembra quasi fuoriuscire dall’acqua e che regala ai visitatori un magnifico colpo d’occhio. Il resto dell’edificio che ospita ogni settimana balletti, concerti e spettacoli teatrali è interamente adornato da vetrate a tutta altezza, dalle quali è possibile godere di una vista incredibile sulla costa.

Dall’esterno del Teatro si possono ogni giorno sbirciare gli attori e gli artisti impegnati nelle prove per l’appuntamento della sera. Bisogna entrare nella struttura, invece, se si vuole ammirare gli interni dell’edificio, che valgono bene una visita. Gli architetti dello studio Snøhetta hanno ricevuto tantissimi premi di prestigio per aver realizzato questo teatro, per cui assicuratevi almeno di vedere la sala principale tutta in quercia, la cui forma ricorda un ferro di cavallo,

Passeggiare al Parco di Vigeland

Oslo è ricca di oasi verdi in cui rigenerarsi nel corso della giornata, ma il Parco di Vigeland è senz’altro quello più interessante. Lì, tra distese di alberi e di aiuole in fiore, trovano posto duecento sculture, tutte realizzate dall’artista di cui il Parco stesso porta il nome. Alcune sono in granito, altre in bronzo e altre ancora in ferro battuto. Le più apprezzate sono il Monolite, il Bambino Arrabbiato e la Ruota della Vita, oramai diventate un’attrazione imperdibile per i turisti che si recano in Norvegia.

Mangiare il salmone

Che sia crudo o che sia cotto, aromatizzato o al naturale, il salmone norvegese è una di quelle prelibatezze da non perdere. Ad Oslo lo si può mangiare in tantissimi modi, ma tra i piatti cult della capitale vale la pena citare il gravetlaks: in questa ricetta tradizionale il salmone è marinato con aneto, zucchero e pepe e servito con una mostarda che si sposa alla perfezione con il prelibato retrogusto di questo pesce così amato. L’oro rosa di Oslo, tuttavia, può essere gustato anche sotto forma di røkt laks: il salmone sarà in questo caso affumicato e ad accompagnarlo troverete, oltre alla mostarda e all’aneto, anche le uova.

Camminare lungo Karl Johans Gate

Karl Johans Gate è la strada principale della capitale della Norvegia. Di giorno è la meta ideale per chi ha voglia di mescolarsi con la gente del posto, di assaggiare i piatti della tradizione e di fare un po’ di shopping nei negozi disseminati lungo il vivacissimo viale. Dopo il tramonto viene letteralmente invasa dai più giovani, che amano trascorrere la serata nei tanti locali, specialmente live music bar e pub, che si trovano in questa zona. Percorrendo Karl Johans Gate è inoltre possibile raggiungere alcune delle principali attrazioni di Oslo, come la Cattedrale, il Grand Cafè che un tempo era luogo di ritrovo di artisti, il Grand Hotel e il Parlamento norvegese.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In vacanza nei Fiordi: prendi nota delle 5 cose da fare a Oslo