5 cose da fare a Vienna: arte, Danubio e una fetta di Sacher

La città asburgica, famosa per il suo clima rigido, nasconde meraviglie tutte da visitare e scoprire

Vienna è una città rigorosa e ricca di civiltà, piena di giovani e di vita, con un’intensa base culturale e una grande tradizione di arte, storia e gastronomia.

Grandi musei internazionali hanno trovato spazio nel ricco panorama della dinastia asburgica e opere d’arte inestimabili sono custodite qui, come il celeberrimo “Bacio” di Gustav Klimt: ecco 5 cose assolutamente da fare, anche solo in un weekend.

Visitare Schönbrunn

Il Castello di Schönbrunn – la dimora della Principessa Sissi – è sicuramente il più famoso tra i palazzi imperiali austriaci nonché uno dei complessi barocchi più belli d’Europa. Scoperto dal Principe Mattia durante una battuta di caccia, è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. La sontuosa residenza di colore giallo voluta da Maria Teresa è circondata da un vasto parco di 120 ettari, progettato in stile francese e aperto al pubblico nel 1779: ospita gli Appartamenti reali, il Teatro – quello più antico di Vienna visitabile solo durante i concerti aperti al pubblico – e il Museo delle carrozze.

Con l’Imperial Tour è possibile visitare solo 22 stanze su 1441, mentre il Grand Tour vi regala la bellezza di 40 sale, tra cui la Stanza del milione rivestita con pregiatissimo legno di palissandro: il parco è ricco di statue, fontane, pezzi archeologici e attrazioni a pagamento come il labirinto, la serra delle Palme e il Tiergarten, il giardino zoologico più antico d’Europa.

Aperto tutti i giorni (anche i festivi) dal 1 aprile al 30 giugno dalle 8.30 alle 17.30; dal 1 luglio al 31 agosto dalle 8.30 alle 18.30; dal 1 settembre al 31 ottobre dalle 8.30 alle 17.30; dal 1 novembre al 31 marzo dalle 8.30 alle 17.00, ha un costo di €12,90 per gli adulti con audioguida e € 9,50 per i ragazzi da 6 a 18 anni; il Grand Tour con audioguida ha un costo di €15,90 per gli adulti e di € 10,50 per i ragazzi sempre della stessa età.

Scoprire il palazzo Belvedere

Il Belvedere fu usato dagli Asburgo sia come residenza che come pinacoteca imperiale, mentre oggi ospita la Galleria dell’Arte Austriaca divisa in tre sezioni: il Museo d’Arte Barocca o Belvedere Inferiore, che espone le opere dei più importanti maestri del barocco austriaco, il Museo delle Opere Medioevali o Orangerie, in cui sono conservati numerosi capolavori gotici di pittura e scultura, e la Galleria d’Arte del XIX e XX sec., chiamata anche Belvedere Superiore e Scuderie di rappresentanza, con la più importante collezione nazionale di pittura del XIX e primo XX sec. tra cui opere di Monet, Renoir, Makart, Romako, Waldmüller, Wotruba nonché alcuni capolavori di Schiele, Kokoschka, e il famosissimo “Bacio” di Klimt.

Aperto nei seguenti giorni: il Belvedere Superiore tutti i giorni dalle 10 alle 18 con un costo di 14 euro per gli adulti; Belvedere Inferiore e Orangerie + Scuderie, tutti i giorni dalle 10 alle 18 e il mercoledì dalle 10 alle 21, con un costo di 11 euro per gli adulti. Scuderie tutti i giorni dalle 10 alle 12; Klimt Ticket (Belvedere Superiore + Belvedere Inferiore), 20 euro per gli adulti. Per i ragazzi fino a 18 anni l’ingresso è gratuito.

Fare una gita sul Danubio

Se non fa troppo freddo, navigare sul Danubio con una motonave della compagnia DDSG Blue Danube, sfrecciare lungo il Canale del Danubio con il Twin City Liner, esplorare i prati lungo le sponde del Danubio con il NationalparkBoot, godersi un romantico pic-nic in barca lungo il Vecchio Danubio o rilassarsi pagaiando in kayak: ci sono molti modi per conoscere e vivere il “Bel Danubio Blu”. Ma anche solo muoversi in mezz’ora dal centro città al Wiener Wein con il Taxi giallo d’acqua. Per tutte le informazioni conviene sentire le varie compagnie.

Mangiare la Sachertorte

Non solo würstel e birra in quantità. A Vienna, le zuppe sono cucinate molto bene: da provare la Frittatensuppe, con strisce di frittata, e la Griessnockerlsuppe, con gnocchetti di semolino. Impensabile non provare il Gulasch, lo spezzatino di manzo o vitello leggermente piccante, solitamente accompagnato dai peperoni e riso. Ma la vera regina di Vienna resta la torta al cioccolato più sfiziosa e golosa del mondo: la mitica Torta Sacher. Il luogo mistico dove provarla? Senza dubbio il Café dell’Hotel Sacher, il tempio celebrativo dell’unica vera Sachertorte originale.

Andare al teatro dell’Opera

L‘Opera di Stato di Vienna è uno dei più importanti teatri lirici del mondo dove gli appassionati dell’opera possono assistere a produzioni di altissimo livello: sono più di 60 spettacoli d’opera e balletti nell’arco di circa 300 giorni per stagione. Con 58 opere diverse e 21 produzioni ballettistiche, l’Opera di Stato di Vienna propone nella stagione 2019/20 un programma ampiamente multiforme tra cui programmi rivolti ai bambini e numerosi concerti e spettacoli fuori cartellone. Ogni singolo spettatore può aggiungere sottotitoli in tedesco, inglese, italiano, francese, russo e giapponese: sui 2.021 display di cui sono dotati i posti a sedere, sono visualizzati anche video informativi riguardanti gli interpreti e il contenuto dei brani (in lingua tedesca o inglese). I prezzi variano a seconda della rappresentazione.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 cose da fare a Vienna: arte, Danubio e una fetta di Sacher