Procida, la città pittoresca e dai mille colori raccontata su “Forbes”

La spettacolare Capitale della Cultura 2022 incanta a livello internazionale grazie alla sua bellezza senza pari

Procida conquista l’ambito titolo di Capitale della Cultura per il 2022 e anche il “Forbes” ne celebra la bellezza senza pari e lo scenario poetico.

Difficile, infatti, rimanere indifferenti dinanzi a questa perla del Golfo di Napoli con le casette dai vivaci colori pastello che si specchiano nel blu del limpido mare, le barche che riposano al sole e il profumo di limoni.

Basta fare due passi a Marina di Corricella, l’antico borgo di pescatori dell’isola, per comprendere appieno quanto qui la bellezza sia davvero di casa. Piccola bomboniera che fu scenario de “Il Postino” con Massimo Troisi, con le colorate case a grappolo e il labirinto di viuzze, Corricella si raggiunge solo a piedi o via mare e regala una quiete senza pari. Qui, alzate gli occhi e scoprite i tipici Vefi, balconi coperti di origine araba.

Per un autentico tuffo nel passato, raggiungete Casale Vascello, l’esempio meglio conservato di quelle abitazioni racchiuse in una corte interna, i casali, costruite a partire dal Cinquecento come difesa dalle incursioni saracene. Le case, tuttora abitate, mostrano perfettamente l’architettura difensiva medievale.

Altro borgo sospeso nel tempo a Procida è Terra Murata, il nucleo storico dove spicca il maestoso Palazzo d’Avalos. A 90 metri sul livello del mare, si presenta come un dedalo di viuzze e case addossate l’una all’altra con un panorama mozzafiato che abbraccia tutto il Golfo e le sue isole. Qui merita una visita anche l’Abbazia di San Michele Arcangelo, patrono dell’isola.

Biglietto da visita della futura Capitale della Cultura è Marina Grande, la zona del porto principale, dove attraccano gli aliscafi e i traghetti da Ischia e dalla terraferma. Le casette multicolore sono vegliate dal Palazzo Montefusco, costruito nel XII secolo. Qui si apre anche l’anima turistica e commerciale di Procida, via Roma, dove spiccano negozi, boutique, botteghe di artigianato e interessanti testimonianze storiche e religiose come la Chiesa della Pietà dal campanile barocco.

Come non citare, poi, le baie, le insenature e le spiagge? Spettacolare è la spiaggia della Chiaia raggiungibile a piedi con 182 scalini, dai fondali bassi e dalla sabbia soffice. A ovest dell’isola, invece, ecco le spiagge della Chiaiolella e di Ciraccio, baie riparate dai fondali limpidissimi dove il sole rimane fino a tardi.

Procida, Capitale della Cultura 2022, è davvero una meta da ammirare e vivere almeno una volta nella vita.

procida

Procida – iStock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Procida, la città pittoresca e dai mille colori raccontata su “...