Alla scoperta dell’antica dimora dei mammut a Chișinău

Nel parco Valea Morilor a Chișinău un tempo vivevano i mammut: tutte le meraviglie da esplorare

Chișinău, capitale della Repubblica Moldova, offre bellezze architettoniche, monumenti di raro pregio artistico e si distingue per essere una città accogliente. Tuttavia, non tutti sanno che Chișinău è considerata anche una delle città più verdi d’Europa. Non è un caso, infatti, che quasi in centro città si sviluppi Valea Morilor, un parco bellissimo dove una volta vivevano persino i mammut.

Parco Valea Morilor, la storia

Fu Leonid Brezhnev, primo segretario del Partito Comunista Moldavo, che negli anni ’50 decise di creare l’odierno Parco Valea Morilor e con il nome di “Parco Centrale della Cultura e del Riposo“. Un progetto affidato all’architetto Robert Kurtz. All’interno di questo parco si sviluppa anche il Lago Komsomolsky che apparve, però, in seguito e a causa degli sforzi di alcuni giovani locali e dei membri del Komsomol. In poche parole questo lago è stato creato senza alcuna attrezzatura speciale. Ciò vuol dire che è stato praticamente scavato manualmente e solo con le pale.

Dopo il periodo sovietico, quando la Moldavia ottenne l’indipendenza, il parco fu ribattezzato Valea Morilor, che significa “La valle dei mulini”. Nel 2006 il lago è stato prosciugato a causa di alcune sostanze chimiche pericolose che sono state individuate al suo interno. Un recupero durato fino al 2011, quando il lago è stato nuovamente riempito d’acqua.

Cosa visitare nel Parco di Valea Morilor

Valea Morilor si distingue dagli altri parchi cittadini per diverse cose tra cui le sue bellissime scale a cascata che sono state rinnovate nel 2016 . Anni fa, infatti, i vandali rovinarono scale e fontane di questa struttura. Oggi, invece, camminare su e giù per le scale a cascata catapulta direttamente in una favola.

Come ogni luogo speciale anche qui ci sono tradizioni. E una in particolare vuole che vengano gettate delle monete nelle fontane per essere sicuri che un giorno si tornerà ad ammirare la bellezza del parco.

Da queste parti, inoltre, si trovano anche alcune sorgenti di acqua potabile pulita. La più nota si chiama “La primavera di Tamara”, che è stata creata da un siberiano di nome Gennady. Il maestro decise di chiamare il luogo in questa maniera in memoria della sorella morta durante il parto.

Altre sorgenti si trovano in tutto il parco e, in passato, hanno salvato molti locali quando sono avvenuti alcuni incidenti agli impianti chimici che hanno inquinato l’acqua dei rubinetti.

Sempre all’interno del parco degno di nota è anche il Teatro Estivo. Fu costruito nel 1957 e chiamato “Teatro Verde”. Attualmente, il Teatro Estivo non è così popolare, ma le panchine verdi che si trovano su tutto il territorio sono così belle che non lasciano certamente indifferenti. Proprio grazie a loro, infatti, il teatro si chiamava “Verde”.

I mammut del Parco Valea Morilor

Nel corso degli anni all’interno del Parco Valea Morilor sono avvenuti diversi scavi archeologici e, alcuni di questi, hanno fatto scoprire che un tempo qui vivevano persino i mammut. In particolare nel 2009 alcuni archeologi moldavi portarono alla luce i frammenti di uno scheletro dell’animale dal fondo di un ex lago nel Parco Valea Morilor.

Un risultato molto significativo e piuttosto raro per la Moldavia. Le ossa ritrovate appartenevano a una mammut femmina che esisteva durante il Pleistocene superiore. L’animale è stato uno degli ultimi rappresentanti di questa specie che vivevano nel territorio della Moldavia.

Durante un viaggio a Chișinău, quindi, non può di certo mancare una visita all’affascinante Parco Valea Morilor dove non solo si può passeggiare e godere della bellezza dei luoghi, ma anche entrare in contatto con una storia vera come quella dell’acqua delle sorgenti e delle fontane e dove, un tempo, vivevano persino mammut.

Valea Morilor parco chisinau

Le meraviglie del parco Valea Morilor

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alla scoperta dell’antica dimora dei mammut a Chișinău