Cosa vedere a Dresda città tesoro della valle dell’Elba

Itinerario fra le cose da vedere nella città di Dresda, dai suoi palazzi barocchi, alle sue mostre d’arte, fino al suo Giardino Botanico

Situata nel cuore della Sassonia, l’elegante Dresda città adagiata sulle rive del fiume Elba, ricorda lo splendore della nostra Firenze a tal punto da meritarsi il soprannome di “Firenze dell’Elba”, sarà per quel tocco di italianità regalato dalle meravigliose vedute artistiche del pittore Bernardo Bellotto meglio conosciuto come il Canaletto. Da sempre ritenuta una fra le più belle mete della Germania soprattutto per la molteplicità di cose da vedere, Dresda incanta sia per le bellezze architettoniche, sia per quelle paesaggistiche. Pesantemente colpita durante la Seconda guerra mondiale a tal punto che il suo centro storico venne raso al suolo, contando migliaia di morti e determinando un declino socio economico, la città di Dresda è riuscita a rialzarsi e a ricostruire con tenacia i palazzi storici, oggi si offre ai suoi visitatori come una città frizzante e dinamica.

Iniziate il vostro itinerario di visita dalla piazza Altmarkt nella città vecchia che si erge a sud del fiume, ammirate il municipio, ricostruito su di un fabbricato di epoca più antico, che ne conserva ancora alcune caratteristiche architettoniche, in questa piazza nel periodo dell’Avvento vengono ospitati i tradizionali mercatini di Natale. A poca distanza troverete un’altra piazza dove sorge un monumento in memoria di Martin Lutero, considerata luogo in cui si concentra la vita della città di Dresda, offre molte cose da vedere come gli splendidi edifici barocchi che la circondano, l’Hofkirche, progettato da un architetto italiano e decorato con classiche nicchie e stucchi, tipici tratti del barocco romano, lo Zwinger che non è soltanto custode di opere di grandi artisti come Raffaello, Tiziano, Rubens, ma ospita anche un’interessante collezione di porcellane, la più grande al mondo.

Sono in pochi a sapere che la formula dell’impasto della porcellana venne scoperta proprio qui a Dresda da un alchimista di nome Bottger, apprendista di un noto farmacista di Mejben, il quale prigioniero di Augusto il Forte nella vana richiesta del suo aguzzino di trasformare i metalli vili in oro, avvalendosi della sua esperienza e della collaborazione del proprietario di una fabbrica di vetro trovò la giusta proporzione fra i depositi di caolino e di argilla per creare la preziosa porcellana. Fra le altre cose da vedere a Dresda c’è l’Albertinum dove all’ interno è ospitata la” Galleria di Arte Moderna” e la Volta Verde una collezione di gioielli e sculture.

Fra le cose da vedere a Dresda non perdetevi la Gemaldegalerie una delle maggiori pinacoteche del mondo che vanta opere di artisti illustri come Caravaggio, Veronese, Raffaello e Giorgione, ritagliatevi un po’ di tempo per ammirare la Frauenkirche, la Chiesa di Nostra Signora, progettata da George Bahr e risalente a metà del ‘700, regalatevi un giro sulla “Schwebebahn” una sorta di ferrovia sospesa in cui il vagone non è collegato alla rotaia nella parte inferiore, ma in quella superiore, sopra le teste dei passeggeri, recatevi al parco cittadino del “Grande Giardino” di Dresda distante circa 15 minuti dal centro dove potrete accedere allo Zoo e al Giardino Botanico, oltre che ammirare il Palais Grosser Garten il più antico esempio di architettura barocca in Sassonia, sicuramente degno di essere citato fra le cose da vedere a Dresda.

Anche i dintorni di Dresda sono ricchi di cose da vedere, fate un giro nel villaggio di Moritzburg dove si erge il Castello di Moritzburg costruito tra il 1542 e il 1546 come tenuta di caccia del duca di Sassonia Moritz, ristrutturato nel diciottesimo secolo attrae molti turisti che ne ammirano le caratteristiche barocche, l’eleganza lussuosa degli interni e la sagoma che si riflette sulle acque del lago antistante facendolo uno fra i luoghi più fotografati in assoluto. Date un’occhiata anche alla curiosa costruzione rosa che troverete nel parco del Castello, si tratta di un altro piccolo castello chiamato Fasanenscholosselein, piccolo Castello fagiano.

Un piccolo suggerimento per farvi assaporare le cose da vedere a Dresda sotto un’altra prospettiva, è quello di imbarcarvi con la “flotta bianca” così vengono definiti i battelli a vapore che vi porteranno attraverso diverse rotte a scoprire i luoghi più belli ammirandoli dal fiume. Potrete raggiungere Bad Schandau passando per Konigstein, arrivare fino a Messein, dirigervi alla volta di Pirna per vedere poi il castello di Piliinitz passando sotto il Ponte blu e godendo di panorami sulle località che si affacciano sul fiume Elba offrendosi agli occhi dei visitatori attraverso le meravigliose ville incastonate nel paesaggio come una sorta di vetrina.

Cosa vedere a Dresda città tesoro della valle dell’Elba