Cosa vedere a Cienfuegos, la perla del Sud di Cuba

Viaggio a Cienfuegos, sulla costa meridionale dell’isola di Cuba. Itinerario alla scoperta della cittadina cubana, celebre per il suo stile elegante.

“La città che piace a me” così recitano le parole della canzone del famoso artista Benny Morè, parlando di Cienfuegos, piccolo centro cubano che per la sua bellezza è conosciuto anche come la “Perla del Sud”. Una di quelle piccole località di Cuba che incantano i visitatori con le sue atmosfere eleganti in perfetto stile coloniale francese, armonizzata da una genuina e allegra anima caraibica che rende questa città unica e particolare.

Cienfuegos è una città sul mare affacciata sulla Bahia naturale de Jagua, la più maestosa di Cuba, celebre per il suo ricco ecosistema marino, le sue coste da sogno e i suoi paesaggi naturali di straordinaria bellezza, oltre ad essere tra i porti commerciali più importanti del Mar dei Caraibi. Qui a difesa della città dagli attacchi dei pirati, gli spagnoli alla fine del XVIII secolo costruirono la Fortaleza de Nuestra Señora de los Ángeles de Jagua.

Variopinto e caratteristico è il centro storico di Cienfuegos, con le sue strette stradine lastricate e viali eleganti, costeggiati da edifici coloniali in cui risaltano le tonalità del verde e turchese, che nel 2005 ha acquisito lo status di patrimonio mondiale dell’Unesco, uno dei 9 riconoscimenti ricevuti dalla Repubblica di Cuba.

Cosa vedere a Cienfuegos? Tanti sono i punti di interesse più intriganti a partire dal Parque José Marti, il cuore della città, circondato da edifici e monumenti come il Teatro Tomas Terry, in stile coloniale spagnolo e considerato uno degli edifici più eleganti della città; la Catedral de la Purisima Concepcion, con una facciata neoclassica e due alte torri; e la splendida Casa de la Cultura Benjamin Duarte, un palazzo neoclassico, dalla cui terrazza si vede una splendida veduta sulla bahia.

Al centro del parco di Cienfuegos si trovano la statua del poeta ed eroe nazionale Jose Martì e l’Arco di Trionfo dedicato all’indipendenza cubana. Nei numerosi bar all’aperto in stile coloniale affacciati sul parco sarà possibile bere una birra, rilassarsi ascoltando musica dal vivo o essere ritratto da un simpatico artista di strada. Sul Paseo del Prado, il corso principale della città, ci si può rilassare con una passeggiata tra i negozi di artigianato locale mentre si contempla la statua in bronzo dedicata a Benny Moré.

Spostandosi verso la costa, nella zona di Punta Gorda si possono vedere magnifiche ville signorili in perfetto stile art nouveau costruite nei primi anni del Novecento. In particolare, suggeriamo una tappa al Palazzo de Valle, un edificio realizzato a Cienfuegos nel 1917 per volere di Acisclo del Valle Blanco, uno spagnolo giunto a Cuba dalle Asturie, la cui struttura, un mix di architettura moresca e barocca, ricorda una kasbah marocchina decorata con piastrelle colorate e cupole rosse.

Qui è d’obbligo una pausa nel ristorante situato nella bellissima terrazza panoramica per gustare un ottimo mojito godendo di uno spettacolare tramonto immerso nella baia di Cienfuegos. Per chi invece vuole divertirsi la sera, sul lungomare di Malecon, si trovano i maggiori locali e discoteche che nei fine settimana si riempiono di persone desiderose di far festa ballando sulle note della musica cubana.

La costa di Cienfuegos è ricca di piccole insenature, grotte e barriere coralline ma una delle sue più importanti bellezze naturalistiche si trova a El Nicho, all’interno del bellissimo Parco naturale Topes de Colantes, a metà strada tra Cienfuegos e Trinidad. El Nicho è una stupefacente cascata di acqua cristallina che offre la possibilità di percorrere un affascinante sentiero immerso nel paesaggio tropicale di Cuba conosciuto come il “Regno delle Acque”, dove nuotare nelle fresche e limpide piscine naturali, osservare fiori e uccelli variopinti.

Al di fuori di Cienfuegos, a circa una ventina di chilometri dalla città, si trova Playa Rancho Luna una delle spiagge più belle di Cuba. Una bellissima insenatura dalla fine sabbia bianca e incorniciata da magnifici palmeti, ideale per chi desidera rilassarsi al sole, immergersi nelle acque cristalline per ammirare l’intricato labirinto sottomarino creato dalle barriere coralline o divertirsi con la vela, il canottaggio e il kayak. Qui si trovano tutti confort, complessi alberghieri, resort e tutti i servizi come bar, ristoranti e strutture balneari attrezzatissime.

Poco distante dalla Playa, si può visitare lo splendido Giardino Botanico La Soledad, un ricchissimo orto di cactus e palme e splendidi esemplari di mariposas, il fiore nazionale. Da non perdere l’occasione di realizzare un’escursione nella Laguna di Guanaroca, a 12 chilometri da Cienfuegos, un fantastico specchio d’acqua salato circondato da foreste tropicali e regno di fenicotteri, pellicani e tocororos, un autentico paradiso nel cuore di Cuba per gli appassionati del birdwatching.

Da Cienfuegos, si può anche partire per un’entusiasmante escursione di mezza giornata a Santa Isabel de Las Lajas, l’incantevole villaggio di Cuba dove nacque Benny Moré, per visitare la sua casa, ora divenuta museo. Per gli amanti della spiaggia e del mare, il periodo migliore per visitare Cienfuegos è da gennaio ad aprile, se invece si vuole assaporare l’anima cubana più genuina e festaiola, è meglio andare tra agosto e settembre, quando si celebrano il Festival di Benny Moré e il Carnevale di Cienfuegos.

Cosa vedere a Cienfuegos, la perla del Sud di Cuba