Cosa fare sull’Isola di Giava, le spiagge più belle dell’Indonesia

Cosa fare sull’Isola di Giava. Visitare le spiagge più belle dell’Indonesia per trascorrere una vacanza indimenticabile

L’Isola di Giava è spesso associata alla sua importanza come cuore politico dell’Indonesia, qui infatti si trova la capitale dello stato, Giacarta, alle meravigliose attrazioni culturali come i templi di Borobudur e Prambanan o, ancora al centro dello shopping del sud est asiatico, Bandung, e migliaia di turisti arrivano ogni anno proprio per visitare queste realtà. Una faccia meno conosciuta ma che riserva grandi sorprese sono le meravigliose spiagge dell’isola, un vero paradiso fatto da sabbia bianca, acque cristalline, palme e formazioni rocciose sulle scogliere da lasciare a bocca aperta.

Il turismo balneare sta scoprendo sempre più questo volto poco noto di Giava e perciò è molto frequente arrivare in località meravigliose e trovarsi lontano dal caos e dall’affollamento delle mete più conosciute in completa tranquillità. Inoltre moltissime realtà offrono la possibilità di effettuare immersioni ed escursioni in barca per poter ammirare da vicino la straordinaria vita sottomarina delle acque che circondano Giava.

Prima di partire per Giava è importante considerare che il periodo migliore dal punto di vista climatico per raggiungere l’isola va da aprile ad ottobre e coincide con la stagione arida, quando le piogge non sono frequenti e l’umidità dell’aria è a livelli ottimali, mentre durante la stagione delle piogge le precipitazioni diventano davvero giornaliere.

Per quanto riguarda prezzi e affollamento sull’isola bisogna tener conto che il punto massimo della stagione turistica si ha durante l’estate in Europa e in particolare da luglio ad agosto, quando l’isola è letteralmente presa d’assalto dai turisti. In questo senso chi è alla ricerca di tranquillità e relax troverà le condizioni migliori tra aprile e giugno, quando il clima è buono e i flussi turistici non sono ancora arrivati a Giava.

Pangandaran, è situata sulla costa meridionale di Giava ed è da molti considerata la più bella spiaggia dell’isola e sicuramente la più famosa, grazie alle numerose attività alberghiere nei paraggi che la rendono molto comoda per chi è alla ricerca di relax e servizi. La spiaggia è una lunga lingua di sabbia chiara con un comodo lungomare che permette di passeggiare per tutta la lunghezza della costa fino al promontorio di Pangandaran dove si possono visitare le rovine di un antico tempio induista e i resti di una fortificazione giapponese risalente alla Seconda guerra mondiale. La spiaggia è anche molto conosciuta e frequentata da surfisti e dagli appassionati di aquiloni da competizione, essendo la sede del Festival annuale degli aquiloni di Giava.

Batu Karas, si trova sulla costa meridionale a poca distanza dalla più famosa Pangandaran, con la quale condivide la meravigliosa acqua cristallina e la sabbia fine. Essendo meno famosa della sua celebre vicina è un luogo perfetto per rilassarsi in tranquillità evitando l’affollamento e il trambusto degli sport da spiaggia, ed è molto apprezzata dalle famiglie con bambini per le acque basse e per la protezione dalle onde offerta dal promontorio a sud-ovest

Spiaggia Kukup, una località difficile da raggiungere, a circa 2 ore di automobile da Yogyakarta sulla costa meridionale dell’Isola di Giava. Questa piccola spiaggia è una splendida insenatura dove la sabbia dorata è abbracciata da un’alta scogliera che la protegge dalle mareggiate e che permette di godere di una vista meravigliosa su tutto il litorale. Questa spiaggia è perfetta per rilassarsi in tranquillità, fare un bagno e pescare senza essere disturbati.

Spiaggia di Parangtritis, situata sempre sulla costa dell’isola, vicino a Yogyakarta, questa località offre una bella distesa di sabbia, strutture turistiche ricche di servizi ma non invadenti e lo splendido paesaggio delle colline coperte di foresta tropicale che si spingono fino alle pendici delle scogliere ad est della spiaggia. Questa località è molto conosciuta per essere uno dei luoghi in Indonesia dove si svolge l’antica cerimonia del Labuhan, un rituale per riconciliare il mondo degli uomini e quello degli spiriti.

Timang, si tratta di un luogo remoto, magico e suggestivo, situato nel sud dell’Isola di Giava a circa 50 chilometri da Yogyakarta , all’interno di una grande area naturale dove il turismo di massa non è ancora arrivato. La spiaggia è una meravigliosa caletta di sabbia bianca che si tuffa nelle acque cristalline dell’Oceano nei pressi dell’isolotto di Panjang, uno spettacolare faraglione che domina il panorama.

Oltre che per la bellezza del paesaggio e dell’acqua questo luogo è molto famoso tra gli abitanti dei villaggi vicini per la straordinaria presenza di aragoste e astici che vengono pescati e usati nella preparazione di piatti squisiti. Con un po’ di fortuna si può assistere alla pesca e partecipare al banchetto che segue sulla spiaggia al calar del sole.

Isola di Karimunjawa a largo di Giava centrale, si tratta di un piccolissimo arcipelago a circa 90 chilometri dalla costa dell’Isola di Giava, un luogo tranquillo formato da una piccola galassia di isole famose per le loro splendide spiagge bianche di sabbia finissima. Il viaggio per raggiungere le isole è di per sé un’avventura, solcando il Mare di Giava su un battello e ammirando i mille colori che assume la distesa d’acqua, fino a quando la terra non compare all’orizzonte.

L’isola principale, Karimunjawa ha le spiagge più belle dell’arcipelago, circondate da un profondo oceano blu e verde-turchese. Il villaggio principale offre servizi turistici di buon livello a prezzi ottimi e vengono organizzate molte attività ed escursioni per conoscere da vicino la meravigliosa vita marina di queste acque tropicali. Un’altra spiaggia di grande bellezza di si trova a Geleang Island, un vero paradiso tropicale.

Cosa fare sull’Isola di Giava, le spiagge più belle dell’Ind...