Cosa vedere in Abruzzo, la regione dei monti e del mare

Vedere le meraviglie dell’Abruzzo, un itinerario in questa regione passando fra i monti per arrivare al mare

Il mare pulito, le montagne incontaminate, l’arte, la storia e la gastronomia tipica fanno dell’Abruzzo una regione che può offrire ai suoi visitatori notevoli ricchezze, e i luoghi da non perdere in questa meravigliosa terra sono davvero molti. Arrivando da Roma attraverso le autostrade A24 e A25 vi troverete in provincia dell’Aquila e salendo a 700 metri troverete la città purtroppo ancora martoriata dal terremoto del 2009, l’Aquila.

Essa conserva ancora alcuni suoi edifici storici come la Basilica di San Bernardino e la fontana delle 99 cannelle, ma sono i suoi dintorni a essere il richiamo dei turisti che fra piste da sci sul Gran Sasso e borghi tutti da scoprire incastonati fra le sue montagne scelgono l’Abruzzo per una vacanza a tutto tondo.

Iniziamo il nostro itinerario dalla “perla” di questa regione: il Parco Nazionale d’Abruzzo che con la sua natura incontaminata, il patrimonio faunistico e i meravigliosi panorami è una meta imperdibile. Il parco nei mesi primaverili e in quelli estivi regala il meglio di sé offrendo una natura rigogliosa fatta di boschi verdi e prati in fiore che profumano solleticando l’ olfatto.

Se la fortuna è dalla vostra parte, potreste vedere varie specie animali come l’orso bruno marsicano, il lupo appenninico, il camoscio d’Abruzzo e ancora qualche cervo e capriolo spuntare da qualche cespuglio. Non potete rinunciare a una visita degli incantevoli borghi del Parco, come Barrea, Civitella, Alfedena, Villetta Barrea, Opi e Pescasseroli e indubbiamente Scanno considerato uno fra i Borghi più belli d’Italia.

Il borgo antico di Scanno si trova a una trentina di chilometri da Villetta Barrea, è famoso per mantenere vive le sue usanze come l’abito tradizionale d’Abruzzo ancora indossato dalle donne scannesi nella quotidianità e in particolar modo in occasione della rievocazione del corteo nuziale”Ju Catenacce” che si svolge in estate, sempre in ambito di tradizioni vi consigliamo una visita al Museo della lana.

Dopo la visita di questi affascinanti borghi potreste spingervi nella Valle del Giovenco per esplorare l’entroterra abruzzese e dirigervi verso San Sebastiano dei Marsi, un altro borgo di montagna che vi farà fare un passo indietro nel tempo e una visita a Ortona dei Marsi con il Castello e la Torre di avvistamento sarà molto interessante dal punto di vista storico. Proseguendo l’itinerario potrete raggiungere Celano per visitare il Castello Piccolomini e proseguire per Alba Fucens un sito archeologico da non perdere anche se ancora non troppo conosciuto.

Lasciato il Parco Nazionale d’Abruzzo ci dirigiamo a Santo Stefano di Sessanio in provincia dell’Aquila che si trova a 1251 metri di altitudine, si tratta di un borgo fortificato di origine medievale costruito in pietra calcarea considerato fra i borghi più belli della regione. Una visita a Rocca Calascio per vedere l’austero Castello incuriosirà gli appassionati di cinema, in quanto il maniero è stato la location di film come “Il nome della rosa” e “Ladyhawke”. Entrando nel cuore dell’Appennino abruzzese fra le più belle località del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga non potrete non organizzarvi per vedere Campli, Pietracamela, Farindola, Capestrano, Castelli e il bellissimo lago di Campotosto.

Gli amanti dei dolci e in particolare dei confetti non potranno fare a meno di recarsi a Sulmona, che oltre a offrire un patrimonio artistico e culturale è ricca di eventi che animano l’estate come la tradizionale Giostra Cavalleresca di Sulmona. Vista la poca distanza potreste approfittare per dare un’occhiata anche a Pettorano sul Gizio, sarete richiamati dal profumo della cucina tipica, dalla bellezza dei balconi ornati di fiori che sovrastano portali in legno sapientemente lavorati, in un luogo che è permeato di romanticismo.

Come non ritagliarsi del tempo per arrivare all’elegante Chieti che oltre al suo patrimonio artistico vi permetterà di proseguire il vostro itinerario nell’Abruzzo costiero e arrivare sulla Costa dei Trabocchi nota per la presenza di numerosi trabocchi, ovvero macchine da pesca issate su palafitte tipiche del luogo, e per le belle spiagge incontaminate. La costa corrisponde al litorale Adriatico in provincia di Chieti e si snoda lungo la Strada Statale 16 Adriatica, da Francavilla al Mar fino a San Salvo, attraversando Ortona, Fossacesia, San Vito Chietino e Vasto.

Ortona vi accoglierà con il suo mare azzurro dove spiagge protette da rupi vi permetteranno di rilassarvi in un suggestivo paesaggio, sarà interessante visitarne anche il Castello Aragonese. Raggiungendo San Vito Chietino vi suggeriamo una passeggiata nelle spiagge Molo Sud e Calata Turchino, mentre arrivando a Rocca San Giovanni possibilmente al calar del sole vi sorprenderete della pacatezza e dei colori del mare d’Abruzzo. Proseguendo per Vasto da non perdere la visita della cittadina, del Palazzo D’Avalos con la sua galleria d’arte contemporanea.

Cosa vedere in Abruzzo, la regione dei monti e del mare