Attraversare l’Asia in treno: un viaggio fuori dal tempo

Alla scoperta dell'Asia settentrionale percorrendo le leggendarie linee ferroviarie: non solo la transiberiana ma anche la transmongolica e la transmanciuriana

L’Asia è il più grande continente della Terra, la sua immensa superficie custodisce popoli e culture millenarie. Oggi, con più di quattro miliardi di abitanti, è il continente più popolato, nonostante questo fatto sono numerose le zone disabitate e selvagge, soprattutto nelle regioni settentrionali.

Un itinerario unico per scoprire l’immenso e straordinario territorio dell’Asia Settentrionale è percorrere la Gran Via Siberiana, nome storico che indica la ferrovia Transiberiana costruita tra il 1891 e il 1916. Questo storico itinerario fu presentato per la prima volta all’Esposizione Universale del 1900 a Parigi. Con più di 9.000 chilometri di binari è la ferrovia più lunga del mondo che attraversa l’Europa orientale e, superando la Siberia, giunge dell’Estremo oriente russo.

La Ferrovia Transiberiana percorre ancora oggi il tradizionale tragitto storico, nel corso del XX secolo sono state aggiunte alcune tappe e migliorati alcuni collegamenti. La ferrovia è diventata così un asse viario di primaria importanza per il trasporto merci dall’Oriente all’Occidente.

Il nostro itinerario parte da Mosca, la capitale della Russia. Dalla stazione di Mosca Yaroslavsky, aperta nel 1862, partono numerosi treni che sulla Transiberiana seguono diversi itinerari. Il percorso storico percorre l’intera Siberia e termina a Vladivostok, la città dell’estremo oriente russo. A seconda delle tappe che metterete in programma il vostro viaggio può durare da pochi giorni a tre settimane.

Una sosta interessante è costituita da Ekaterinburg, la città dove dopo la Rivoluzione Russa furono assassinati lo zar Nicola II e la sua famiglia. In questa zona i monti Urali costituiscono il confine naturale tra Europa e Asia, ma a pochi chilometri dalla città un obelisco segna simbolicamente la linea di separazione ed è diventato per questo motivo una meta turistica.

Il lago Baikal è una delle tappe più frequentate dell’Asia dai viaggiatori, non solo per l’incredibile bellezza del paesaggio naturale ma anche per le attrattive che la regione offre. In inverno la superficie ghiaccia completamente e si può attraversare, in estate i più coraggiosi possono tentare un tuffo nell’acqua gelida. Nei dintorni del lago si può praticare il birdwatching, cavalcare, fare escursionismo, guidare una slitta e visitare la cittadina di Irkutsk.

Il percorso storico della Transiberiana termina a Vladivostok, città situata a poca distanza dalla Cina e dalla Corea del Nord. Oggi Vladivostok è un grande porto russo sull’Oceano Pacifico e riveste un’importanza strategica per i commerci e l’economia di questa regione dell’Asia.

Per scoprire maggiormente il territorio dell’Asia vi consigliamo di prendere in considerazione anche la ferrovia Transmongolica, la linea che attraversa Russia, Mongolia e Cina. Partendo da Mosca, l’itinerario è identico alla Transiberiana fino a Irkutsk, da questa città le linee si diramano e prendono direzioni diverse, la transmongolica passa per Ulan Bator, la capitale della Mongolia e giunge a Pechino.

Ulan Bator, la città santa dei mongoli, è una tappa fondamentale del viaggio in Mongolia, poco distante si trova il Terelji National Park, il luogo ideale per escursioni alla scoperta del territorio. Per approfondire la storia dell’impero mongolo si può visitare Karakorum, vicino alla città di Harhorin, questi territori fanno parte del paesaggio culturale della valle dell’Orkhon, dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Altra linea ferroviaria che attraversa l’Asia settentrionale è la Transmanciuriana che da Irkutsk giunge a Pechino attraversando la Cina. Pechino è l’ultima tappa di questo viaggio in treno lungo il territorio sconfinato dell’Asia settentrionale. Chiamata anche “la capitale del nord”, Pechino è una città millenaria con incredibili siti storici da non perdere. La famosa Città Proibita, il grandioso edificio dove abitarono gli imperatori delle dinastie Ming e Qing, è inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Costruita all’inizio del XV secolo si trova al centro della capitale cinese e costituisce ogni anno una tappa imperdibile per milioni di turisti.

Ancora oggi, con cadenza giornaliera, partono i treni da Mosca diretti a Vladivostok, il tempo medio del viaggio è di una settimana durante la quale si superano più di 150 fermate e si attraversano ben sette fusi orari in Asia. Un viaggio complesso come questo non può essere improvvisato, vi consigliamo di organizzarlo per tempo procurandovi passaporto e visti.

I treni percorrono l’itinerario durante tutto l’anno, se l’inverno della Siberia non vi spaventa questa stagione vi mostrerà il lato aspro e rigido dell’Asia settentrionale e le immense distese innevate saranno lo sfondo delle vostre foto ricordo. L’estate, con le sue temperature più miti, è il periodo migliore in cui effettuare il viaggio, anche se dovete tenere presente che i mesi di luglio e agosto sono particolarmente affollati e richiedono prenotazioni anticipate.

Incominciate a sognare e organizzate il vostro viaggio!. L’Asia settentrionale vi regalerà emozioni uniche e indimenticabili, la Transiberiana è uno di quei viaggi da fare almeno una volta nella vita.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Attraversare l’Asia in treno: un viaggio fuori dal tempo