India: i templi dell’erotismo

Khajuraho è la città indiana nota in tutto il mondo per le sue sculture raffiguranti immagini della tradizione tantrica

Si trovano in India i templi dell’erotismo, per la precisione a Khajuraho. Questa città è una delle mete turistiche più popolari del Paese, qui c’è il più grande numero di templi medievali induisti e giainisti dell’India. L’Unesco nel 1986 ha inserito il villaggio nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità. In realtà è abbastanza riduttivo ricondurre questi templi esclusivamente alla loro componente erotica. Le sculture raffiguranti le diverse posizioni del kamasutra rappresentano solo il 10% di quelle totali. Tutte le rappresentazioni scultoree ricoprono solo la facciata esterna e descrivono il fatto che per giungere al cospetto delle divinità si debbano lasciare le proprie pulsioni sessuali all’esterno del tempio. Ci sono varie spiegazioni per le immagini erotiche sui templi di Khajuraho, la più attendibile è che siano immagini della tradizione tantrica, secondo cui la soddisfazione dei desideri terreni è un passo verso il nirvana. Il resto dei rilievi mostrano persone impegnate nelle attività di tutti i giorni. Intorno ai templi si è sviluppato un villaggio moderno e accogliente, ricco di strutture ricettive, alberghi, ristoranti, e negozi di ogni genere. Il villaggio antico si trova invece più ad est e merita una visita.

India: i templi dell’erotismo