Lonely Planet, Best in Travel 2015: le regioni dei grandi viaggi

Le regioni più belle dove organizzare un viaggio nel 2015

Quali sono le dieci migliori regioni da visitare il prossimo anno, lo dice Lonely Planet in occasione della pubblicazione delle classifiche Best in Travel 2015, le aree turistiche del mondo su cui puntare per un viaggio memorabile da organizzare l’anno prossimo, al primo posto…

1. Penisola di Gallipoli, Turchia
Gallipoli o Gelibolu è una penisola della Turchia, da non confondersi con la città del Salento. Quest’area che si affaccia sullo stretto dei Dardanelli è vicina alla vecchia città di Troia. Festeggerà nel 2015 il centesimo anniversario dello sbarco Alleato, evento molto sentito in Turchia. Allo stesso modo è di richiamo per i famigliari delle truppe dell’Australian e New Zealand Army Corps che parteciparono allo sbarco. Si prevede che molti australiani e neozelandesi parteciperanno all’evento.

2. Rocky Mountain National Park, Stati Uniti
Cime innevate e laghi di montagna rappresentano il meglio del grande West americano. La montagna più elevata è il Longs Peak che supera i 4.000 metri e attira escursionisti da tutto il mondo. Il parco nel 2015 festeggia il suo centenario e per l’occasione si moltiplicheranno manifestazioni e feste dedicate alla montagna.

3. Distretto di Toledo, Belize
Nel Centroamerica, nello Stato del Belize c’è una zona di interesse paesaggistico e storico notevole si chiama Toledo, come la città. Vi sono rovine Maya ancora da esplorare e boschi di mangrovie. Le escursioni subacquee sono una forte attrazione turistica.

4. Tasmania, Australia
La regione della Tasmania corrisponde allo Stato australiano che ha sede sull’isola omonima. E’ separata dal continente australiano dallo Stretto di Bass e si trova a Sud rispetto alla parte orientale. Riserve, parchi naturali o aree protette sono gran parte del suo territorio.

5. Norvegia settentrionale
Da visitare in particolare il 20 marzo 2015: data in cui sole, terra e luna saranno perfettamente allineati, almeno per due minuti. Per assistere a questo spettacolo della natura il Paese spegnerà tutte le luci in un blackout generale. Il posto migliore per essere spettatori dell’evento sono le isole Svalbard, a metà strada tra la Norvegia e il Polo Nord. Per tutto il resto dell’anno si manterrà elevata l’attività delle aurore boreali.

6. Khumbu, Nepal
La regione montuosa del Khumbu è un’area deputata all’escursionismo, è la zona dell’Everest per intenderci. Per chi già conosce l’ebbrezza di questi trekking si possono provare altri percorsi come i sentieri dei Tre Passi o l’avventurosa spedizione del Mera Peak. Il 2015 ricorre il cinquantesimo anniversario dal trekking del maggiore Jimmy Roberts.

7. Barranca del Cobre, Messico
La regione messicana si avvantaggerà dalla inaugurazione del nuovo aeroporto di Creel, che presto attiverà i collegamenti con Houston e Dallas negli Stati Uniti e con Città del Messico e Cancún. Storicamente il canyon si poteva attraversare soltanto con la Ferrocarril Chihuahua Pacífico.

8. Flores Indonesia
Flores è un’isola lunga soltanto 380 km da ovest a est. I voli stanno aumentando e anche le strade, sebbene restino tortuose stanno migliorando. Per chi vi giunge Labuanbajo è la città più adatta ai turisti. Nel Parco Nazionale vive il famoso Drago di Komodo, una grossa specie di lucertola diffusa nelle isole indonesiane.

9. Deserto di Atacama, Cile
Il punto di partenza per ogni avventura nel deserto è San Pedro de Atacama. Oggi la zona è stata riscoperta grazie alla storia a lieto fine dei minatori tratti in salvo dopo due mesi da incubo. E’ stato girato anche un film che ha dato ulteriore fama al Deserto di Atacama.

10. Macao, Cina
Non è soltanto la Las Vegas asiatica, ma una mescolanza di stili e attrazioni. Da città ex coloniale portoghese combina elementi europei, africani, indiani e cinesi nell’offerta gastronomica e culturale. Con la nuova metropolitana leggera che il prossimo anno collegherà la penisola e le isole si allarga lo spettro dei servizi da offrire ai turisti.

Lonely Planet, Best in Travel 2015: le regioni dei grandi viaggi