Cosa fare a Kusadasi, tra mare, storia e divertimento

In vacanza a Kusadasi, sulla costa della Turchia centroccidentale, rinomata meta turistica dove mare, storia e divertimento sono all’ordine del giorno.

Kusadasi, che in turco significa l’isola degli uccelli, è una delle località turistiche e balneari più conosciute della costa sul Mar Egeo della Turchia, una città dove è possibile vivere un’esperienza indimenticabile tra mare, storia e divertimento. La città è stata in passato un importante centro commerciale e fin dall’età classica ha svolto il ruolo di crocevia tra Oriente e Occidente mentre greci, romani, bizantini, veneziani, genovesi ed infine ottomani si stabilirono nell’area circostante l’odierna città.

Oggi Kusadasi è molto visitata dai turisti, soprattutto provenienti dalla Turchia e dal Nord Europa, che ogni anno arrivano per godersi lo splendido mare e la vivace vita notturna che tra pub e locali di ogni tipo rende questa località una delle più visitate della costa circostante.

Per un viaggio a Kusadasi bisogna tenere in considerazione due elementi, il clima e la presenza di turisti. Dal punto di vista climatico, il momento per visitare Kusadasi per le sue attrazioni balneari è ovviamente l’estate, anche se le temperature permettono di fare il bagno da maggio fino a ottobre, mentre per le escursioni è meglio arrivare in primavera o in autunno per trovare delle giornate meno soleggiate.

L’affollamento di turisti è anch’essa una condizione da considerare poiché nel cuore dell’alta stagione in agosto gli abitanti di Kusadasi passano dai normali 60.000 a quasi 100.000. In questa guida scopriremo le mete da non perdere e le attrazioni più interessanti da visitare in un viaggio a Kusadasi tra mare, storia e divertimento.

L’attrazione principale di Kusadasi sono le sue splendide spiagge, che per via della bellezza dell’acqua e della pulizia sono state per più anni vincitrici della Bandiera Blu per la qualità dell’acqua. La spiaggia artificiale davanti al centro urbano è sicuramente più semplice da raggiungere, anche se non è la più suggestiva e viene rapidamente gremita dai turisti.

Le spiagge più belle si trovano a poca distanza sia a nord sia a sud del centro abitato, come la celebre Kadinlar Denizi, la spiaggia delle signore a circa 3 chilometri da Kusadasi. Questa splendida spiaggia è una delle più ambite di tutta la costa e il modo migliore per essere sicuri di trovare un buon posto è arrivare preso in mattinata, prima che arrivino i pullman dei tour organizzati.

Altre spiagge molto belle sono la spiaggia del paradiso e la spiaggia lunga, dove vengono spesso avvistate tartarughe marine alla ricerca di un luogo adatto dove deporre le uova. Purtroppo l’urbanizzazione eccessiva a portato molte delle spiagge di Kusadasi ad essere letteralmente circondate da stabilimenti balneari e grandi alberghi, facendo perdere in questo modo lo spettacolare paesaggio che faceva da cornice alla costa.

Per passare una giornata all’insegna del divertimento in acqua si possono raggiungere l’Adaland o l’Aquafantasy, due enormi parchi divertimenti acquatici che si contendono il primato di parco divertimento più grande della Turchia, o addirittura d’Europa. Scivoli, cascate e percorsi avventura sono solo alcune delle innumerevoli attrazioni che si possono trovare nei parchi e se si viaggia con bambini si tenga presente che fino ai tre anni l’ingresso è gratuito.

Chi invece è alla ricerca di avventure in mare può recarsi all’Aquaventure Diving Center dove si può affittare l’attrezzatura da immersione o trovare ogni genere di corso per poter praticare sport acquatici nelle spettacolari acque della baia di Kusadasi.

Per scoprire invece la storia di Kusadasi non si può non visitare lo spettacolare castello sull’isolotto dei piccioni, collegato alla terraferma da una lunga strada panoramica rialzata che in passato era la principale difesa del porto della città. La fortezza sull’isola venne costruita dai veneziani nel XVI secolo e oggi rappresenta una delle mete culturali più importanti della città, dove vengono anche esposte mostre d’arte e di artigianato locale.

Dalla cima delle mura si può godere di una stupenda vista della baia di Kusadasi e del porticciolo appena oltre, dove si possono ammirare le imbarcazioni che dondolano accarezzate dal vento, uno spettacolo romantico che al tramonto offre il meglio di sé.

Rimanendo nel centro storico si possono visitare la struttura dello Öküz Mehmed Pasha Caravanserai, un edificio di epoca ottomana dalla possente architettura realizzato nel 1600 in onore di un generale dell’esercito della Sublime Porta – oggi parzialmente trasformato in hotel di lusso – e la grande moschea di Kaleiçi Camii, che con il suo bianco minareto domina l’intera area urbana.

Per visitare invece un monumento che celebra la Turchia moderna si può scalare il monte appena a sudovest del centro per trovare il grande memoriale di Kamal Ataturk e da quella posizione ammirare il panorama verso nord. Nella zona appena a sud della città si può raggiungere il Gran Bazar, il cuore dello shopping di Kusadasi e rinomato centro per fare acquisti in tutta la Turchia, dove è possibile acquistare ogni genere di merce, dai prodotti tipici della zona fino a manufatti dell’artigianato locale.

Kusadasi è anche il campo base ideale per spingersi nell’esplorazione delle aree circostanti la città, data la sua vicinanza ad alcune delle più spettacolari mete archeologiche di tutta la Turchia come Efeso, Priene, Mileto e la meravigliosa Pamukkale, dove le antiche strutture si stagliano sulle incredibili formazioni calcaree. Gli operatori turistici di Kusadasi organizzano gite archeologiche in tutta l’area, aggregarsi ed esse è il modo più pratico e semplice per raggiungerle, ma procurarsi un mezzo proprio e avventurarsi nell’esplorazione dell’entroterra è sicuramente la strada più suggestiva per conoscere questo angolo di Turchia.

Cosa fare a Kusadasi, tra mare, storia e divertimento