Il Cammino dei Briganti: 100 km tra borghi e natura

Ecco in quali luoghi passa questo spettacolare percorso escursionistico del Centro Italia

Per chi in Abruzzo ama il trekking, il Cammino dei Briganti rappresenta senza dubbio un percorso imperdibile e decisamente suggestivo. Questo percorso si sviluppa lungo l’Italia Centrale, attraverso i boschi e i borghi tra la regione abruzzese, per una lunghezza complessiva di circa 100 km.

Diviso in più tappe, esso ripercorre le antiche vie dove durante l’Unità d’Italia si nascondevano i briganti, nella zona di confine tra la Marsica e il Cicolano. Il viaggio comincia da Sante Marie, in provincia dell’Aquila, per andare verso Santo Stefano, un percorso di 5,6 km di difficoltà medio-bassa.

Dopo aver pernottato in agriturismo e aver gustato qualche squisita specialità abruzzese, magari degli arrosticini, il giorno successivo si va alla volta di Valdevarri e Nesce. Il percorso di questa parte del Cammino dei Briganti è di 13,9 km e porta in alcuni dei più suggestivi borghi abruzzesi. L’itinerario escursionistico continua ora nella sua terza tappa, con partenza da Nesce e arrivo a Cartore, per una lunghezza complessiva di 16,6 km. Qui siamo proprio alle pendici del Monte Velino, luogo ideale per quanti intendono passare un weekend insolito nella più incontaminata natura dell’Abruzzo.

La quarta tappa del Cammino dei Briganti parte da Anello di Cartore per dirigersi verso Rosciolo dei Marsi, per 8 km di percorso escursionistico. Volendo, è possibile anche fare un’escursione verso il Lago della Duchessa, sebbene sia una camminata in montagna piuttosto lunga e impegnativa. I boschi sono magnifici e le chiese che troverete lungo il percorso ripagano ampiamente dello sforzo fatto. La quinta tappa parte poi da Rosciolo per concludersi a Casale le Crete, frazione di Tagliacozzo.

Lunga circa 14,5 km, questa sezione del Cammino dei Briganti permetterà di scoprire il Monte San Nicola, suggestivo monte al confine tra Abruzzo e Lazio. La sesta tappa si sviluppa per 14,7 km da Casale le Crete fino a Santo Stefano, dove i sentieri si addolciscono e permettono agli amanti del trekking e della camminata di godersi castelli e antiche costruzioni.

L’anello del percorso si chiude infine con la settima e ultima tappa, da Santo Stefano fino a Sante Marie, per 5,6 km. Il Cammino dei Briganti è così finito, consentendo la migliore scoperta possibile dei paesaggi appenninici a tutti gli escursionisti.

Il Cammino dei Briganti: 100 km tra borghi e natura