È questo il modo di scoprire (e riscoprire) la meravigliosa Corsica

Piccole cale e natura selvaggia: la Corsica è un vero paradiso, da scoprire in un lungo viaggio itinerante

In camper, alla scoperta della Corsica: sono mille i buoni motivi che potranno spingervi verso questa incredibile avventura, primo tra tutti il desiderio di ammirare in tutta tranquillità i bellissimi panorami di una regione selvaggia e ricca di meraviglie, spostandovi in continuazione per non perdere alcun angolo di paradiso.

I viaggi in camper hanno diversi vantaggi: possono essere molto più economici di un soggiorno in hotel (soprattutto se ci si organizza con cura, senza andare allo sbaraglio), permettono di vivere la vacanza in piena autonomia e lasciano l’opportunità di cambiare location ogni giorno. Per andare in Corsica, naturalmente, il primo passo consiste nell’imbarcarsi. Ormai tutte le compagnie consentono il trasporto di mezzi quali camper e motorhome, quindi nessuna paura. E, una volta arrivati a destinazione, avrete solo l’imbarazzo della scelta.

La Corsica è molto attrezzata per i camperisti e, in generale, per i campeggiatori. A partire da Bastia, luogo di approdo del traghetto, dove dovreste proprio fare tappa per ammirare il suo immenso patrimonio culturale e paesaggistico. Dopo aver lasciato il vostro mezzo di trasporto, esplorate l’antica Cittadella e i suoi stretti vicoli, dove si affacciano decine di casette colorate. E poi godetevi un drink in Piazza San Nicola, da dove osservare il bellissimo panorama del mare.

Baia di Rondinara

La baia di Rondinara

Ora è tempo di mettersi in viaggio: lungo la costa, spingendovi verso sud, incontrerete tantissime calette splendide dove fermarvi per un bagno o semplicemente per godere di una vista mozzafiato. Avvicinandovi a Porto Vecchio – che è l’altro principale approdo della Corsica – troverete spiagge affollate di turisti e baie nascoste, quasi sconosciute. Una da non perdere è la baia di Rondinara, incantevole mezzaluna di sabbia chiara, lambita da acque trasparenti.

Il paesaggio si fa più aspro nei pressi di Bonifacio, dove piccole insenature rocciose si alternano ad importanti promontori affacciati sul mare. È uno degli aspetti più selvaggi della Corsica, da godere con lunghe camminate tra le falesie e con un giro in barca alla scoperta delle sue suggestive grotte marine. Al centro delle Bocche di Bonifacio, lo stretto passaggio da cui si scorgono le coste sarde, ci sono le Isole di Lavezzi. Sono oasi dove la natura è incontaminata, assolutamente da scoprire prima di ripartire verso il nord della regione.

Bonifacio

Bonifacio

La Corsica non è solo splendide spiagge, ma anche incantevoli montagne: prima di concludere il vostro tour, non vi resta che scoprire l’entroterra, un’area ricca di meraviglie naturali che vi lasceranno a bocca aperta. Qui si stende l’enorme Parco Regionale della Corsica, un paradiso per gli amanti del trekking e delle escursioni tra il verde rigoglioso. Tappa imperdibile è l’area dei calanchi di Piana, bizzarre formazioni geologiche di granito rosso che si ergono a poca distanza dalla costa, offrendo un panorama memorabile.

Calanchi di Piana

I calanchi di Piana

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

È questo il modo di scoprire (e riscoprire) la meravigliosa Corsica