Viaggio nel Chianti, Toscana: alla scoperta di 300 anni di storia

Trecentesimo anniversario del Chianti, in Toscana: iniziative e tour

La storia del Chianti, in Toscana, nasce 300 anni fa. Era il 24 settembre 1716 quando il granduca di Toscana Cosimo III De Medici delimitò, con un emendamento, i confini del territorio in cui veniva prodotto uno dei vini più amati ed apprezzati al mondo: il Chianti Classico. Si trattò di un riconoscimento importante per tutti coloro che avevano sempre creduto nella altissima qualità del prodotto e che hanno contribuito, nel corso degli anni, alla sua valorizzazione.

Riconoscimenti a livello mondiale hanno caratterizzato i 300 anni di storia di un vino che, prodotto nei vigneti tra Firenze e Siena, ha conquistato a poco a poco un pubblico sempre più ampio. Per festeggiare questo traguardo storico il Consorzio del Vino Chianti Classico è già da tempo al lavoro. Molte sono le iniziative in programma. Prima tra tutte una tournée di una mostra/racconto all’interno della Stazione Leopolda a Firenze, in occasione della Chianti Classico Collection che si terrà il 15 ed il 16 febbraio.

Alla Casa del Chianti Classico a Radda prosegue l’esposizione del Gallo Nero, con percorsi sensoriali ricchi di profumi e colori. Nello splendido ex convento settecentesco di Santa Maria al Prato vengono riproposti incontri con esperti enologi che racconteranno questo grande vino con linguaggi nuovi, coinvolgendo ed appassionando anche i meno esperti. La visita alla città senese può proseguire con una passeggiata attraverso il centro storico interamente racchiuso dentro le mura, per giungere poi al Palazzo del Podestà.

Percorrendo l’autostrada A1 si trova l’uscita Firenze Sud dalla quale, proseguendo poi sulla SP 127, è possibile giungere a Greve. Importante centro per la produzione del Chianti Classico, sarà protagonista insieme a Radda di una importante cronometro del Giro d’Italia, prevista per il 15 maggio. In questa occasione i riflettori di tutto il mondo saranno puntati sul territorio di produzione del vino più famoso, sul paesaggio nel quale viene prodotto, e le iniziative in programma per l’occasione sono veramente molte. La visita a Greve prosegue poi con Piazza del Mercato, su cui si affaccia il Palazzo Comunale costruito sui resti di un antico Palazzo Pretorio. Dalla piazza si snodano numerose stradine ricche di pievi, chiese rurali e castelli.

Capoluogo nel 1300 della Lega del Chianti, Gaiole rappresenta uno dei luoghi culmine per la produzione del vino. Come ogni anno a settembre propone il celebre Settembre Gaiolese che celebra la vendemmia. Intorno alla città sono numerose le fattorie ed i castelli che offrono degustazione di vini di grande prestigio.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio nel Chianti, Toscana: alla scoperta di 300 anni di storia