I luoghi migliori in Italia dove starsene scalzi

Di luoghi dove camminare scalzi, in Italia, ce ne sono moltissimi. Non perdere l'occasione di praticare il barefooting, la pratica più amata dalle star americane

L’Italia abbonda di luoghi dove camminare scalzi senza rischi e godere così di una pratica antica e naturale che apporta numerosi benefici. Non è un caso se numerose star americane sono state “pizzicate” con i piedi nudi: si chiama “barefooting” (camminare scalzi) ed è la moda del momento. Una filosofia di vita, più che una disciplina, capace di riequilibrare gli scompensi corporei e riportare l’uomo al suo originale rapporto con la natura. Ma quali sono i luoghi migliori dove camminare scalzi in Italia?

Chi ama la montagna può optare per un percorso insolito sulle Dolomiti. Precisamente nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), dove si trova un sentiero di due chilometri pensato per camminare scalzi. È il sentiero delle “Sorgenti delle streghe” e si snoda attraverso paesaggi mozzafiato costellati di monumenti di pietra, paludi e radure. Le dolomiti sono lo scenario di un altro luogo in cui praticare “barefooting”: il percorso Kneipp nel giardino wellness del Beauty & Wellness Resort Garberhof di Malles (BZ), che con i suoi seimila metri quadri offre la possibilità di rigenerare corpo e mente.

Chi invece preferisce sentire sotto i piedi la sabbia, respirando il sole e l’aria salmastra e godendo di una quiete unica, potrà recarsi in Sardegna, sulle dune della spiaggia Su Giudeu nella baia di Chia, in provincia di Cagliari, tra le quali sorge l’Hotel Aquadulci. L’hotel, un quattro stelle che si fonde perfettamente con il paesaggio circostante, è collegato al mare da un sentiero privato che attraversa il giardino, le dune, la spiaggia, fino a raggiungere il mare.
Rimanendo al mare, tra i luoghi più suggestivi dove camminare scalzi in Italia c’è la “Spiaggia Nera” di Maratea, in provincia di Potenza, una spiaggia di ciottoli lavici da attraversare a piedi nudi, godendosi una passeggiata all’insegna del benessere.

Anche a Gubbio si pratica “barefooting”, proprio come faceva San Francesco secoli fa: è proprio qui, infatti, che il santo scelse di abbandonare i suoi averi per intraprendere una vita di povertà a contatto con la natura. Oggi chi lo desidera può ripercorrere il sentiero che collega Gubbio ad Assisi, detto “Percorso Francescano per la Pace”. Lungo la strada si trova il Castello di Petroia, di epoca medievale, e il parco naturale dell’Hotel Castello di Petroia, un’oasi immersa nella natura in cui è possibile camminare a piedi nudi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I luoghi migliori in Italia dove starsene scalzi